in

Una Ferrari 308 GTSi ha raggiunto il Circolo Polare Artico

Si può arrivare fino ad un luogo fra i più inospitali della Terra a bordo di una Ferrari 308 GTSi del 1982? Probabilmente si

Si può arrivare fino ad un luogo fra i più inospitali della Terra a bordo di una Ferrari 308 GTSi del 1982? Probabilmente si, visto quanto ha messo in pratica Brian Whalen nel settembre dello scorso anno. Brian aveva acquistato la Ferrari 308 GTSi durante un’asta online del 2019 con 80mila chilometri sul groppone e immatricolata nel lontano 1982 (ovvero la variante ad iniezione dotata di due valvole per ogni cilindro). La volontà del viaggio era quella di dedicarsi ad un periodo da vivere in strada, viaggiando per qualche settimana.

Ferrari 308 GTSi Artico
Brian Whalen davanti alla Ferrari 308 GTSi

Lo stesso Brian Whalen ha ammesso: “inizialmente doveva essere soltanto un viaggio da settembre dello scorso anno fino alle vacanze natalizie ma poi, come tutti sappiamo, la situazione mondiale non è migliorata e quindi ho prolungato il viaggio. Ora sono al Banff National Park in Alberta, Canada, e non mi sarei mai aspettato di rimanere in viaggio per così tanto tempo”.

In ogni caso, dopo il lungo viaggio intrapreso, Brian non sapeva bene come concludere la sua avventura a bordo della Ferrari 308 GTSi giungendo fino alla Dalton Highway al di sopra del Circolo Polare Artico in territorio statunitense. Si tratta di una strada lunga oltre 660 chilometri dove l’asfalto è praticamente ridotto all’osso.

La Ferrari 308 GTSi è stata oggetto di poche, ma mirate modifiche

È ovvio che una Ferrari 308 GTSi non rappresenta la migliore delle possibilità offerte per intraprendere un viaggio di questo tipo. La berlinetta è stata rivista solamente adottando cerchi da rally con pneumatici adatti a terreni più complicati da attraversare ovvero dei Pirelli K4 Gravel. Sul portapacchi posizionato sul cofano posteriore sono stati legati bagagli e due ruote di scorta e una lunga antenna per la radio CB per comunicare con i numerosi camionisti che attraversano quelle strade impervie.

Ferrari 308 GTSi Artico

Proprio da parte dei camionisti, Brian ha aggiunto di aver ricevuto messaggi piuttosto divertenti: “ho ricevuto qualche messaggio divertente, qualcuno mi ha chiesto se ero qui a caccia di caribù con una Ferrari. Però la maggior parte semplicemente si chiedeva l’ho visto davvero? Ho appena visto una Ferrari qui nel bel mezzo dell’Alaska?”.

Brian ha condotto la Ferrari 308 GTSi per oltre 1.600 chilometri nel giro di due giornate e mezza utili per fare andate e ritorno da Prudhoe Bay. Il lungo viaggio, piuttosto complesso, che non ha prodotto particolari problemi. L’unico stop è stato infatti utile a sostituire la cinghia dell’alternatore, nulla di più. Il fatto di avere a disposizioni stazioni di servizio in quantità limitata per il pieno di carburante, ha costretto Brian a portare con se anche una tanica di benzina: nell’ultimo tratto ha anche viaggiato a circa 55 chilometri orari di media.

Ferrari 308 GTSi Artico

La bella avventura aggiunge un sapore nostalgico a una vettura che avrebbe raggiunto quotazioni non così elevate visto il chilometraggio a disposizione. Brian ha fatto bene a godersela in questo modo. Un viaggio unico a bordo di una sportiva di quasi quarant’anni dal sound pazzesco.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento