in

A Sochi, Raikkonen riporta l’Alfa Romeo a punti

Ad emergere ieri al Gran Premio di Russia, per ciò che riguarda la coppia dell’Alfa Romeo Racing, è stato Raikkonen con un 8° posto finale

Le particolari contingenze meteorologiche che ieri hanno caratterizzato il Gran Premio di Russia hanno riportato in buona luce il lavoro dell’Alfa Romeo Racing. Il team italo elvetico, dopo essere risultato al di fuori dai giochi già al termine della Q1 in Qualifica, ha saputo risollevarsi soprattutto fra le mani dell’esperto Kimi Raikkonen.

Il finlandese rientrava dopo una pausa forzata di due Gran Premi dovuta alle risultanze di una positività al Coronavirus che pare non sia riuscita a scalfirlo per niente al mondo. L’ottavo posto finale agguantato da Kimi Raikkonen è un trattato assoluto delle enormi qualità di Iceman che ancora una volta ha dato prova delle possibilità insite in ogni centimetro della sua persona.

I 4 punti raccolti da Raikkonen permettono di tenere a bada eventuali possibilità di ripresa provenienti dalla Haas visto che l’Alfa Romeo Racing si ritrova in un poco piacevole nono posto in classifica costruttori. I 7 punti collezionati fino a qui appaiono comunque ad un certo gap di distanza dai 23 della Williams che precede la formazione costituita da Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Per l’italiano prosegue la striscia sfortunata visto che a Sochi ha dovuto fare i conti con un malfunzionamento totale delle comunicazioni radio per tutta la durata del Gran Premio.

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen

Ottimi riscontri per Kimi Raikkonen a Sochi

Nella coppia di piloti dell’Alfa Romeo Racing, in Russia è emerso sicuramente Kimi Raikkonen. Il finlandese, dopo essere scattato dalla 13esima casella in griglia di partenza, è risalito al decimo posto già al termine del primo giro potendo contare poi su un’ottima strategia da parte del muretto (finalmente!) che gli ha permesso di utilizzare le Intermedie nel momento in cui è arrivata la pioggia.

L’ottavo posto finale è quindi un dato di sicuro interesse per Raikkonen, sebbene Kimi era addirittura settimo prima di essere sopravanzato da Lando Norris all’ultima tornata: “è stato un buon risultato per il quale abbiamo lottato duramente. Sull’asciutto siamo riusciti a tenere il passo dei nostri rivali, ma superarli non è stato facile, soprattutto in coda col DRS aperto. Alla fine, abbiamo fatto la scelta giusta sulle gomme: pensavo si stesse bagnando troppo e abbiamo scelto di entrare, il che alla fine ci ha davvero aiutato. Abbiamo fatto del nostro meglio e abbiamo raccolto anche alcuni punti che ci fanno bene”, ha ammesso Kimi Raikkonen.

Decisamente peggiore il fine settimana di Antonio Giovinazzi in Russia. Giovi partiva dalla 17esima piazza dopo aver sostituito il cambio prima del via. Dopo qualche contatto al via in Curva 2 si è guastata anche la radio annullando ogni comunicazione con il muretto dei box praticamente dall’inizio alla fine.

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

“È stata una gara ricca di eventi. Sono stato colpito in Curva 2 dove ho perso alcune posizioni: inoltre, sono rimasto senza radio dal primo giro, quindi è stato impossibile comunicare con la squadra. È stato un pomeriggio difficile, soprattutto quando a fine gara è iniziata la pioggia e non ho potuto comunicare con i box per ragionare su un possibile cambio gomme. Sono contento per il risultato della squadra, ma non vedo l’ora che arrivi la Turchia”, ha infatti ammesso Giovinazzi.

“La gara è stata molto emozionante e torniamo a casa con un buon bottino di punti. Nonostante un sabato difficile, siamo entrati in gara con un certo ottimismo perché sapevamo che saremmo stati in grado di lottare. Kimi ha fatto una buona partenza fino a balzare in decima posizione, mentre Antonio è stato colpito e ha dovuto recuperare dalle retrovie. Si è reso protagonista di qualche ottima azione e ha fatto dei bei sorpassi, tanto più che non aveva la radio. Kimi è stato in grado di stare con Ocon, per la maggior parte della gara, appena fuori dalla zona punti e quando è arrivata la pioggia abbiamo fatto la scelta giusta col cambio gomme. È stato in grado di recuperare terreno e tagliare il traguardo in P8 portando a casa quattro buoni punti per la squadra. È un buon risultato, una ricompensa per il lavoro svolto fino ad ora e un’iniezione di fiducia in vista della prossima gara in Turchia, tra due settimane”, ha invece aggiunto il team principal di Alfa Romeo Racing Frederic Vasseur.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento