in

Stellantis punterà su Opel per crescere in Cina

Stellantis punterà forte sul marchio Opel per rilanciare le sue vendite in Cina che negli ultimi anni per PSA e FCA sono state assai negative

Stellantis
Stellantis

Portando Opel in Cina come marchio di auto elettriche di alto livello, Stellantis mira  a capitalizzare la buona reputazione delle case automobilistiche tedesche e competere con il numero crescente di nuovi marchi di veicoli elettrici nel più grande mercato di veicoli elettrici senza l’onere di una cattiva reputazione.

Stellantis in Cina punta su Opel

Opel fa risalire la sua storia al 1862 a Rüsselsheim vicino a Francoforte, prima come fabbrica di macchine da cucire e poi di biciclette. Ha prodotto la sua prima automobile nel 1899 e la General Motors Corp. ne ha preso il pieno controllo nel 1931. Dopo due decenni di perdita di denaro nell’attività, GM nel 2017 ha venduto il marchio e la sorella britannica, Vauxhall, a PSA, che ha voltato pagina in 18 mesi. Opel è leader nell’elettrificazione dei 14 marchi di Stellantis con piani per diventare completamente elettrici in Europa nel 2028.

“La promessa del marchio Opel è democratizzare l’innovazione e portare l’ingegneria tedesca nei veicoli”, ha detto il portavoce Harald Hamprecht. “In altre parole: promettiamo l’alta tecnologia per tutti… Per raggiungere un successo sostenibile ora e in futuro, Opel ha sviluppato una nuova visione per il futuro: siamo giovani, verdi e globali”.

La società non ha ha ancora detto quando introdurrà Opel in Cina o con quali modelli. L’anno prossimo, la Cina revocherà la sua richiesta che le case automobilistiche straniere formino una joint venture con partner cinesi per operare nel paese, una regola che non si applica già ai produttori di veicoli elettrici. FCA aveva una partnership 50-50 con GAC Group. PSA è stata legata a Dongfeng Motor Corp. Opel ha rifiutato di rivelare se trarrà vantaggio da quelle regole in evoluzione che potrebbero offrire una maggiore redditività.

“Possono ricominciare da zero e rimuovere i fallimenti di Peugeot, Citroën e Fiat come marchio”, ha affermato Philippe Houchois, analista con sede a Londra per la società di investimento Jefferies Group LLC. “La Jeep non ha funzionato del tutto, ma vale la pena tenerla a causa del riconoscimento del marchio. Opel è un nuovo inizio. È un marchio tedesco per percezione, ed essere tedesco per l’acquirente di auto cinese ti dà quel qualcosa in più.!

Nella prima metà dell’anno, Stellantis ha venduto solo 72.000 veicoli in Cina, secondo il forecaster LMC Automotive. La casa automobilistica afferma che la sua quota di mercato è scesa allo 0,5% dallo 0,6% anno su anno. Nel frattempo, tra i rivali tedeschi di Opel, il leader di mercato Volkswagen AG ha consegnato 1,85 milioni di veicoli nel primo semestre in Cina. BMW AG ha venduto quasi 468.000 veicoli e Mercedes-Benz di Daimler AG ne ha venduti quasi 442.000.

Ti potrebbe interessare: Stellantis primeggia nei mercati brasiliano e argentino

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento