in

Assicurazione RC Auto a rate? Ecco alcune soluzioni possibili

Quando l’assicurazione diventa una specie di finanziamento, ecco ciò che consentono le Compagnie in materia premio assicurativo RCA.

false assicurazioni

Non può essere considerata una tassa perché a tutti gli effetti la polizza Responsabilità Civile Auto (RCA) è a tutti gli effetti un servizio che le Compagnie offrono ai clienti dietro pagamento di un premio. Il fatto che è obbligatoria però la fa assomigliare tanto ad una tassa e questo la rende di fatto una delle spese che maggiormente incidono sull’economia di una famiglia. Ogni veicolo a motore che circola sulle strade italiane deve essere assicurato contro i danni che chi lo utilizza può apportare ai terzi trasportati.

In genere il contratto assicurativo RC Auto è annuale, ma oggi affrontiamo l’argomento del pagamento, perché questo non deve essere effettuato obbligatoriamente in soluzione unica alla scadenza annuale del contratto, ma può essere dilazionato e perfino mensile, prendendo le sembianze di un autentico finanziamento.

Polizza RC Auto, pagamento dilazionato o in soluzione unica, cambia il prezzo

Le Compagnie Assicurative in genere offrono prezzi migliori se il pagamento della polizza è effettuato in unica soluzione alla scadenza del contratto annuale e quindi al suo rinnovo. Infatti in tutte le altre forme di pagamento offerte i premi salgono.

Soprattutto per veicoli di grossa cilindrata o inseriti in una classe di merito alta, le cifre da pagare per l’assicurazione RC Auto non sono irrisorie. Su una polizza infatti incide la cilindrata, incide la classe di merito, ma incidono pure la Regione di residenza e le clausole che vengono inserite. Per non parlare poi delle eventuali coperture e garanzie accessorie, dal furto e incendio all’infortunio del conducente, dai cristalli alla tutela legale.

Per questo molti automobilisti nonostante hanno una polizza classica, cioè annuale, scelgono il pagamento dilazionato. Quello più utilizzato è il pagamento semestrale. In pratica la polizza dura un anno ma all’atto del rinnovo del contratto, si pagano solo sei mesi di copertura e gli altri sei vanno pagati una volta che si arriva alla cosiddetta scadenza intermedia.

Qualsiasi modifica del contratto di assicurazione, oppure il cambio di compagnia può essere effettuato solo alla scadenza annuale del contratto. Infatti alla scadenza intermedia si deve solo provvedere a pagare i secondi 6 mesi di contratto e questo adempimento è obbligatorio perché nessuna altra compagnia può assicurare un veicolo intestato alla stessa persona, prima che scada l’annualità di contratto.

Tra polizza con pagamento annuale e polizza con pagamento semestrale, la differenza di prezzo a discapito della seconda opzione è dettato dagli interessi che le compagnie applicano per le dilazioni. Interessi proprio come se ci trovassimo di fronte ad un bene acquistato e pagato a rate. Infatti la polizza RC Auto è un prodotto assicurativo, un servizio di copertura erogato dietro pagamento di un premio.

Quando si paga una polizza ogni 6 mesi quindi, non significa che siamo di fronte ad una polizza temporanea. Infatti esistono polizze di durata inferiore all’anno che muoiono allo scadere del periodo di copertura acquistato, ma la polizza RC Auto con pagamento semestrale è una polizza con contratto, comunque, annuale.

Polizze RC Auto, rate anche di 12 mesi

Proprio al fine di venire incontro ai contraenti che si troverebbero a pagare un premio troppo elevato i unica soluzione, oppure per consentire ai contraenti che non si trovano in condizioni economiche floride, di essere comunque coperti, non sono poche le compagnie che permettono pagamenti dilazionati ben più lunghi di quelli semestrali di cui parlavamo i precedenza.

Per quanto detto prima però, va ricordato che più lungo è il piano di pagamento e più lunga è la dilazione, maggiore sarà il premio da versare per via dei già citati interessi che le compagnie mettono sulla polizza.

Un po’ la grave crisi economica degli ultimi anni ed un po’ per semplice comodità, stanno prendendo piede le polizze a rate mensili. I pratica si acquista una polizza Rc Auto, in genere il giorno dell’acquisto del veicolo, di durata annuale come contratto, ma il premio è pagato mese per mese, cioè con rate mensili che in genere vengono addebitate mensilmente sul proprio conto corrente o su un altro strumento finanziario munito di Iban (il riferimento è alle nuove carte di credito o debito munite di Iban).

Gli interessi sono obbligatorio alla luce del fatto che in pratica, la compagnia di assicurazione non fa altro che utilizzare una finanziaria che anticipa i soldi del premio alla compagnia stessa. Per questo siamo di fronte ad una vera e propria operazione di finanziamento, con tanto di garanzie da presentare come possono essere buste paga o dichiarazioni dei redditi. Infatti le finanziarie come sempre operano prestando soldi ma a soggetti che in base alla documentazione che forniscono, possono provvedere al pagamento.

Diverso il caso delle polizze prima citate, con pagamento semestrale (ma ci sono anche quelle trimestrali), dove in genere gli interessi sono caricati direttamente nel premio e senza il preventivo passaggio tramite finanziaria.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI