in

Memorial Dante Giacosa: Nieve ricorda il progettista di casa Fiat

Si è tenuto a Neive (CN) il tradizionale festival che celebra l’ingegno del più famoso progettista di Fiat e autore di modelli iconici

Dante Giacosa

Si è svolto lo scorso fine settimana a Nieve, in provincia di Cuneo, l’ormai tradizionale Memorial Dante Giacosa giunto difatti alla sesta edizione. Nieve rende omaggio così ad uno dei più importanti progettisti della galassia Fiat, figlio di quella stessa comunità da dove provenivano i genitori: il Festival si è articolato tramite un importante programma di eventi, esposizioni e mostre utili a far conoscere Giacosa al più ampio pubblico possibile. Sono suoi infatti i progetti della Fiat Topolino, della Fiat 600 e dell’iconica 500 che ha motorizzato il Paese.

Tra gli eventi più apprezzati del Festival dedicato a Dante Giacosa c’è stato sicuramente il convegno dedicato alla sua figura professionale che ha trovato sede presso il Salone del Castello di Neive con le importanti partecipazione di designer del calibro di Giorgetto Giugiaro, Enrico Fumia e Roberto Giolito. Proprio Giolito, responsabile dell’Ente Heritage di Stellantis e padre della Fiat 500 presentata nel 2007. Giolito ha voluto ricordare un episodio legato a Dante Giacosa: “per me è stato un grande onore essere invitato come relatore alla conferenza del Memorial Dante Giacosa, nella sua città d’adozione. Ebbi la fortuna d’incontrare l’ingegnere durante i miei primi anni al Centro Stile Fiat, allora ubicato in Strada della Manta, e ricordo il suo interesse e la sua fulgida visione nel vedere in azione i primi calcolatori che noi utilizzavamo in via sperimentale per disegnare le vetture. La sua opera rappresenta ancora oggi il compendio essenziale per chiunque si accinga a pensare alle nuove forme dei mezzi di trasporto, per visione, inventiva e solidità dei concetti”.

Dante Giacosa

Mostra fotografica col contributo del Centro Storico Fiat

Un ulteriore momento di fondamentale importanza è stato rappresentato dall’inaugurazione della mostra fotografica e documentale dedicata proprio a Dante Giacosa e allestita presso l’antica Torre dell’Orologio. La raccolta si componeva di scatti, disegni e manifesti concessi proprio dall’Ente Heritage di Stellantis attraverso il contributo importantissimo del Centro Storico Fiat di Torino. Peraltro bisogna segnalare che all’interno del Centro Storico Fiat di Torino trova posto una riproduzione dell’ufficio di Dante Giacosa.

Il borgo medievale di Neive ha accolto anche alcuni dei modelli del marchio torinese, nati proprio dai progetti di Dante Giacosa, che hanno fatto la storia dell’automobilismo internazionale: dalla leggendaria Topolino del 1936 alla Fiat Cisitalia del 1947, anche in versione cabrio, dalla Fiat Touring del 1966 alla Fiat 128 del 1970. Il modello più apprezzato rimane però sempre la mitica Fiat 500 del 1957. La Fiat 500 è stata protagonista di un piacevole tour tra le colline patrimonio dell’Unesco che ha unito le tre torri storiche di Castagnole, Barbaresco e Neive.

Dante Giacosa

Si comprende bene il valore del lavoro di Dante Giacosa che ancora oggi risulta moderno e perfettamente innovativo. Il design della Fiat 500 di allora massimizzava i volumi interni riuscendo a ricavare uno spazio ottimo da dimensioni esterne ridottissime. La vettura rimane in produzione dal 1957 al 1975 certificando in cinque diverse serie raggiungendo vendite nell’ordine dei 4 milioni di unità.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento