in ,

La nuova Ferrari Portofino M ruba la scena alla Roma? | Video

Matt Prior di Autocar è rimasto colpito dal suo orientamento alle prestazioni e alla dinamicità

Ferrari ha recentemente interrotto la produzione della Portofino entry-level e ora propone soltanto la versione modificata chiamata Ferrari Portofino M. Anche se potrebbe non essere l’auto più bella proposta attualmente dalla casa automobilistica modenese, è comunque una vettura piuttosto interessante.

Sotto il cofano della Portofino M si nasconde lo stesso motore V8 biturbo da 3.9 litri della Roma, completo di albero motore piatto, capace di sviluppare 620 CV di potenza a 5750-7500 g/min e 760 nm di coppia massima a 3000-5750 g/min. Questo significa che la versione modificata ha 20 CV in più del modello standard. Anche se potrebbero non sembrare molto, sono comunque ben attesi.

Ferrari Portofino M Autocar
Ferrari Portofino M interni

Ferrari Portofino M: la supercar entry-level condivide diverse caratteristiche con la Roma

Il cavallino rampante ha dotato il suo nuovo bolide entry-level con nuovi filtri antiparticolato per soddisfare le normative sulle emissioni. In aggiunta, troviamo il sistema Side Slip Control di sesta generazione che permette di gestire la dinamica del veicolo, abbinato al differenziale elettronico della ripartizione della trazione E-Diff, al controllo della trazione F1-TCS e al differenziale a controllo elettronico di terza generazione SCM-E Frs, oltre ai sistemi di controllo Ferrari Dynamic Enhance.

Altri aggiornamenti apportati da Maranello sulla vettura riguardano il nuovo cambio automatico Getrag a 8 rapporti ripreso dalla Roma e dalla SF90 Stradale che pesa 6 kg in meno rispetto a quello a 7 marce utilizzato precedentemente, una nuova linea di scarico, una riprofilatura degli alberi a camme e una nuova gestione elettronica della velocità delle turbine.

Ferrari Portofino M Autocar

In fondo all’articolo trovate la prova di Autocar in cui è stata testata proprio la Ferrari Portofino M. Il recensore Matt Prior afferma che la vettura condivide alcune caratteristiche di guida con la Roma. È rimasto impressionato da come non sembra una decappottabile nel momento in cui il tettuccio è alzato, a differenza di altra auto sportiva e supercar scoperte.

Il recensore aggiunge che la Portofino M è più dinamica e orientata alle prestazioni rispetto ad altri modelli convertibili del suo segmento come la Mercedes SL, la Porsche 911 Cabriolet o la Bentley Continental GT più orientate al comfort. A livello di prestazioni, la vettura riesce a scattare da 0 a 200 km/h in 9,8 secondi.

Fra le novità estetiche abbiamo nuovi paraurti posteriori, terminali di scarico e fascia anteriore con prese d’aria più grandi mentre all’interno ci sono nuovi sedili e un nuovo sistema di infotainment con supporto Apple CarPlay e Android Auto.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento