in

Castagna Alfa Romeo Vittoria del 1995 su base SZ all’asta

I collezionisti in cerca di un’auto speciale possono tentare di aggiudicarsi la Castagna Alfa Romeo Vittoria, così non correranno il rischio di incontrarne un’altra.

Castagna Alfa Romeo Vittoria
Foto di Finarte

Finarte cura la vendita della Castagna Alfa Romeo Vittoria. Si tratta di un esemplare unico, presentato al Salone dell’Automobile di Ginevra del 1995. Il modello nasce sulla base della moderna Alfa Romeo SZ e su pianale e meccanica dell’Alfa Romeo 75 V6 3.0 potenziata, ma si presenta allo sguardo con una veste estetica completamente diversa e ancora più sgraziata della SZ: impresa davvero difficile da mettere a segno.

Anche se proprio brutta, è una sportiva di grandissima esclusività, capace di suscitare un forte interesse nel mercato collezionistico. Finarte riferisce che l’auto è conservata, con un leggero restauro. Spiega inoltre che è targata e perfettamente funzionante. Le stime vanno da 195 mila a 225 mila euro, ma è prevista anche l’opzione “compralo subito”. Per avere un’idea sull’avanzamento delle offerte, si consiglia una visita al sito ufficiale della nota casa d’aste milanese, fondata nel 1959.

La meccanica di “Busso” è stata elaborata sulla Castagna Alfa Romeo Vittoria, che si giova del motore V6 di 3.0 litri del “biscione“, anabolizzato per sviluppare una potenza massima di 255 cavalli a 7000 giri al minuto, contro i 210 cavalli dell’unità propulsiva utilizzata sulla SZ, cui va rapportata. Questo risultato è stato ottenuto conservando la configurazione a singolo albero a camme in testa. I bracci trasversali anteriori e le sospensioni posteriori de Dion dell’Alfa Romeo SZ sono stati aggiornati con molle e ammortizzatori più rigidi e con una geometria rivista, per un comportamento stradale ancora più improntato alla sportività.

Castagna Alfa Romeo Vittoria: coniugazione storica

Alfa Romeo Vittoria from Carrozzeria Castagna

Posted by Dino Contin S.n.c. on Wednesday, June 9, 2021

La Castagna Alfa Romeo Vittoria ha segnato una sorta di rinascita della Carrozzeria Castagna. Il progetto di questa vettura porta la firma di Gioacchino Acampora, mentre le risorse per darle forma sono giunte da Uberto Pietra, che ha battezzato il modello con il nome della figlia maggiore. Ricordiamo che Castagna è stato uno storico atelier che negli anni ’20 e ’30 ha prodotto splendide carrozzerie automobilistiche, per marchi molto prestigiosi.

La Castagna Alfa Romeo Vittoria, come dicevamo, è nata su base Alfa Romeo 75 e costruita secondo le specifiche della moderna SZ, un “biscione” sbocciato in pochi esemplari. I freni sono stati potenziati con pinze Brembo a 6 pistoncini e dischi forati e ventilati. I cerchi sono in lega di magnesio da 18 pollici.

Lo stile è controverso, anche se cerca la connessione con la storia. Nella parte posteriore sembra che il designer si sia ispirato ai famosi modelli TZ, ma con un risultato non proprio entusiasmante, almeno a mio giudizio. Secondo me, infatti, lo stile della vettura è piuttosto disordinato. Queste le dimensioni del modello: 4480 mm di lunghezza, 1820 mm di larghezza, 1280 mm di altezza, 2540 mm di passo.

La SZ ha dato la chiave per la nuova identità

Lo specchio di coda della Castagna Alfa Romeo Vittoria

Come già evidenziato, la base di partenza per la nuova interpretazione è stata l’Alfa Romeo SZ (acronimo di Sprint Zagato), prodotta dal 1989 al 1991. La nascita di questa creatura, spinta dal successo delle serie speciali negli anni precedenti, ha riportato il marchio milanese in un segmento dove da tempo era assente.

Forte il carattere stilistico del modello, che non può certo definirsi elegante, ma la sua forza espressiva è unica e inconfondibile. Nessuna leziosità è stata prevista per stemperare il suo tono da dura, che in fondo vuole trasmettere a chi la osserva.

L’aspetto è quello di una vettura pronta ad entrare nel ring, non di una creatura a quattro ruote nata per sfilare nei pressi del teatro per la Prima della Scala. Del resto, un pugile in assetto da combattimento stonerebbe in mezzo a tanta gente vestita con lo smoking. Un habitat inconciliabile, anche se tutto è possibile nella vita.

Alcune curiosità interessanti

Rispetto alla SZ, la Castagna Alfa Romeo Vittoria si è spinta più avanti nello sfruttamento del motore V6 da 2959 centimetri cubi di cilindrata, con angolo di 60 gradi fra le bancate, che ha guadagnato la bellezza di 45 cavalli. Anche se non si hanno dati ufficiali sulle prestazioni, non ci vuole molto a capire il vantaggio cronometrico sulla Sprint Zagato, che richiedeva 7.8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e 30.1 secondi per archiviare la pratica del chilometro con partenza da fermo.

Anche sul fronte della velocità massima il dato dovrebbe essere migliore dei circa 230 km/h della SZ, la cui scheda tecnica parla di scocca portante in acciaio con rivestimento in materiale composito (Modar e fibra di vetro), di motore anteriore, di cambio a 5 marce, di trazione posteriore.

Rispetto alla Sprint Zagato, la Castagna Alfa Romeo Vittoria ha una superiore esclusività, per il fatto di essere un esemplare unico, che rievoca, oltretutto, un sodalizio storico. Questo spinge le quotazioni a un livello più alto. Difficile, al momento, fare delle proiezioni sul prezzo di aggiudicazione, ma si può ritenere che le stime fatte da Finarte siano molto affidabili.

Fonte | Finarte e Carstyling.ru

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento