in

In Spagna trionfa Hamilton: Leclerc annusa il podio ed è quarto

Il Gran Premio della Spagna certifica un nuovo trionfo per Lewis Hamilton che relega Verstappen alle sue spalle: Leclerc è quarto con la Ferrari

Lewis Hamilton

La conclusione del Gran Premio della Spagna vede due assoluti protagonisti, gli stessi che da inizio stagione contribuiscono a tracciare le linee di questa interessante stagione 2021 del Circus: Lewis Hamilton e Max Verstappen. Anche stavolta vince Lewis Hamilton su Max Verstappen che chiude secondo, probabilmente condizionato da una strategia non perfettamente a punto.

Lewis esce quindi vittorioso dal confronto con Max per la terza volta in quattro appuntamenti disputati fin qui, portando a ben 14 lunghezze il vantaggio nei confronti dell’alfiere della Red Bull che rimane comunque saldamente ancorato alla seconda piazza nel Mondiale Piloti: Verstappen ha inoltre aggiunto un punticino al suo score grazie al giro più veloce della gara.

Max Verstappen
Max Verstappen

Decisamente bravo ancora Max Verstappen che al via si è portato subito davanti a Lewis Hamilton infilandolo alla prima curva con un sorpasso deciso che ha un po’ ricordato il medesimo ingresso ad Imola. Un sorpasso che è un segnale forte delle velleità dell’olandese che ce la mette sempre tutta, ma che ancora una volta dopo un Gran Premio condotto al meglio si ritrova alle spalle di Hamilton. Verstappen ci ha creduto fino all’ultimo, o almeno fino a quando al 42esimo giro Lewis Hamilton ha preso la via dei box per la seconda volta quando si trovava costantemente alle spalle di Max. È iniziata da qui la rimonta di Hamilton che al 59esimo giro ha sopravanzato un impotente Max Verstappen che non avrebbe potuto fare nient’altro anche a causa di un’impostazione strategica della Red Bull non proprio corretta: Max sa bene di voler contare sulla Red Bull e su Sergio Perez, ma oggi entrambi hanno posto più di qualche limite ad un possibile successo dell’olandese.

Leclerc da podio

Se il podio viene completato da Valtteri Bottas con la seconda Mercedes, conduce una bellissima gara Charles Leclerc che ha visto il podio davvero da vicino oggi al Montmelò. Proprio Bottas ha infatti subito un sorpasso in Curva 3 dal monegasco della Ferrari che ha condotto la SF21 sul podio ideale per un gran numero di giri permettendo a lui e ai tifosi del Cavallino Rampante di ritornare a sognare.

Charles Leclerc
Charles Leclerc

Di certo Charles Leclerc dopo l’ennesima quarta casella di partenza configurata ieri, ha dimostrato di poter rappresentare tanto anche in gara disponendo di una SF21 molto interessante e in grado di compiere ottimi progressi anche in relazione alla gestione delle gomme visto come erano andate le cose in Portogallo soltanto una settimana fa. Charles ha messo a punto una partenza grandiosa che lo ha condotto alle spalle di Verstappen ed Hamilton e lo ha fatto rimanere lì per moltissimi giri.

Carlos Sainz
Carlos Sainz

Nonostante le ottime performance dimostrate dalla SF21, le Mercedes sono ancora lontane e la Red Bull di Verstappen anche. Di certo c’è la dimostrazione di poter ambire al ruolo di terza forza con una enfasi superiore. La McLaren è infatti rimasta dietro oggi, con Daniel Ricciardo che ha chiuso sesto alle spalle di Sergio Perez e Lando Norris ottavo alle spalle del buon Carlos Sainz stavolta partito male ma autore di una piacevole rimonta. Ora le lunghezze che separano la Scuderia dalla McLaren sono 5 nel Mondiale Costruttori.

Peccato per Giovinazzi

Hanno un po’ deluso le Alpine dopo l’exploit di Esteban Ocon in Qualifica ieri. Difatti lo stesso Ocon ha concluso nono alle spalle di Lando Norris, ma davanti a Pierre Gasly che con l’AlphaTauri capitalizza ancora pochino rispetto alle possibilità che pare avere la monoposto di Faenza. Il francese, vincitore a Monza lo scorso anno, ha dovuto patire anche una penalità di 5 secondi ai box dopo un errato posizionamento in griglia di partenza.

Antonio Giovinazzi
Il disastro del pit stop di Antonio Giovinazzi

Tra le delusioni di giornata ci sono ancora le Aston Martin, fuori dai punti con Stroll 11esimo che precede Vettel 13esimo: la monoposto inglese sembra essere anni luce lontana dalla Racing Point dello scorso anno. Tra Stroll e Vettel troviamo invece Kimi Raikkonen, autore di una gara che lo ha visto diverse volte all’interno della zona punti sebbene l’Alfa Romeo non abbia capitalizzato ancora nulla. Bisogna infatti aggiungere che ancora una volta il bersaglio degli errori del team italo elvetico ricade sull’incolpevole Antonio Giovinazzi al quale il team ha rovinato la gara grazie ad un pit stop veramente da principianti: all’interno della termocoperta c’era infatti una gomma sgonfia, roba da non crederci…

Fernando Alonso
Fernando Alonso

Antonio ha quindi chiuso quindicesimo ricolmo di delusione, alle spalle di George Russell con la Williams e davanti a Latifi con monoposto gemella. Decisamente deludente Fernando Alonso che conclude un Gran Premio di casa anonimo in 17esima piazza davanti alle due Haas di Schumacher e Mazepin. Ritirato Tsunoda con l’AlphaTauri.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento