in

Auto ibride: l’Emilia-Romagna stanzia contributi per 3 milioni di euro

L’Emilia-Romagna da oggi premia coloro che decidono di acquistare auto ibride con alimentazione a basso impatto ambientale e ridotto consumo energetico. Ai cittadini emiliano-romagnoli che decideranno di fare il grande passo verrà riconosciuto, per 3 anni consecutivi, un contributo annuo equivalente al valore del bollo di un veicolo di media cilindrata. E’ stato appena approvato il bando che concede fino a 191 euro all’anno ai residenti che, nel 2018, acquisteranno un’auto ibrida.

Che caratteristiche deve avere l’auto ibrida? Deve avere un’alimentazione benzina-elettrica, gpl-elettrica, gasolio-elettrica, metano-elettrica oppure benzina-idrogeno ed essere massimo una 9 posti di prima immatricolazione.

Il numero di auto ibride in Emilia-Romagna cresce: dai 2.776 veicoli immatricolati nel 2015 si è passati ai 4.369 (57%) del 2016 e, in seguito, ai 7.056 del 2017 (+61% rispetto al 2016).

 

Auto ibride in Emilia Romagna: termini per registrarsi e richiedere il contributo

Tutti coloro che sceglieranno di acquistare auto ibride nella regione dei tortellini, dovranno registrarsi dalle ore 14 del 3  maggio alle ore 12 del 31 dicembre 2018 sulla piattaforma online resa disponibile alla pagina http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/entra-in-regione/bandi/bandi-2018/bando_bollo/.

Dopo le necessarie verifiche amministrative, gli uffici regionali provvederanno ad accreditare per 3 anni il contributo richiesto. Sono disponibili fondi per 3 milioni di euro stanziati dalla Regione Emilia-Romagna, quindi si ‘aggiudicherà’ il contributo chi arriverà prima degli altri inviando in tempo la domanda: i contributi verranno assegnati fino ad esaurimento del plafond.

L’obiettivo della regione è semplice: migliorare la qualità dell’aria seguendo le misure previste dal Pair 2020 (Piano aria integrato regionale). Con questa iniziativa viene premiato chi non inquina.

Come ottenere il contributo online per il 2018 e quando recuperare per il 2017

Gli intestatari di auto ibride acquistate nel 2018 che riceveranno il contributo saranno tenuti, comunque, a pagare il bollo auto: il meccanismo del contributo equivalente è diverso dall’esenzione del bollo auto.

Chi vorrà beneficiare di questo premio dovrà registrarsi sul sito regionale inserendo tutti i dati necessari:

  • Dati anagrafici;
  • Dati relativi all’auto ibrida;
  • Coordinate bancarie del conto su cui ricevere l’importo del contributo.

Ogni anno, per 3 anni, l’Emilia-Romagna provvederà automaticamente all’accredito.

La graduatoria aggiornata dei contributi concessi sarà visibile nella pagina dedicata al bando.

Chi ha acquistato un’auto ibrida nel 2017 (oltre 7.000 residenti) dovrà attendere il mese di luglio per il recupero del contributo.

Dalle auto ibride a quelle elettriche: gli incentivi

I contributi regionali che invogliano i cittadini ad usare auto ibride si associano agli incentivi previsti a livello nazionale per l’acquisto di auto elettriche. Quest’ultime sono esentate dal pagamento del bollo per 5 anni.

Finora, l’Emilia-Romagna ha investito 2,4 milioni di euro per acquistare 103 veicoli elettrici per la pubblica amministrazione. Le ‘colonnine’ per la ricarica sono 150 cui se ne aggiungeranno altre 30 in corso di installazione.