in

Domenicali conferma la trattativa per il ritorno di Imola in Formula 1

Il CEO di Liberty Media ha ammesso che esiste una trattativa per il ritorno in pianta stabile nel Mondiale

Domenicali

La Pandemia ci ha tolto quasi tutto, sicuramente tanto, ma nel caso della Formula 1 ci ha riportato in calendario lo splendido appuntamento di Imola. Difatti il Circus è tornato a riapprezzare il mitico nastro di asfalto dell’Enzo e Dino Ferrari di Imola che lo scorso anno è ritornato nel calendario iridato dopo un’assenza smisurata di cui tutti sentivamo la mancanza.

Il ritorno di Imola del 2020 è stato così convincente che l’evento ha trovato una ovvia riconferma anche per il 2021 e proprio sulle rive del Santerno, circa una settimana fa, la Formula 1 ha vissuto uno dei fine settimana più interessanti degli ultimi tempi. Rimane però il nodo della riconferma ufficiale anche per il 2022 e per gli anni che verranno, una condizione fortemente voluta ad esempio da Gian Carlo Minardi che è presidente di Formula Imola e gestisce le interessanti vicende dell’iconico autodromo. Ma non solo.

C’è la voglia diffusa di ritornare

A Imola c’è la volontà di tornare in pianta stabile in Formula 1 per tornare ad essere protagonisti assoluti di un Circus sempre più innamorato dei tracciati “vecchia scuola”. Si vuole sfruttare questa direzione e il fatto che l’organizzazione del Gran Premio (quest’anno denominato GP de Made in Italy e dell’Emilia Romagna) punta forte al concreto ritorno e anche il Governo regionale e nazionale puntano in questa direzione.

GP Imola

A confermare che esiste una trattativa per un ritorno di Imola in calendario è stato lo stesso Stefano Domenicali che è il CEO di Liberty Media e della Formula 1. Stefano, a Sky TG24, ha ammesso: “promettere una cosa non certa non è nelle mie corde, ma quando il Ministro degli Esteri Di Maio è venuto ad Imola assieme al presidente dell’Automobile Club Sticchi Damiani e il presidente della Regione Bonaccini abbiamo parlato di questa eventualità. È sul tavolo, ne stiamo parlando. Vedremo, spero nei prossimi mesi, cosa succederà”.

C’è l’appoggio della politica

Lo stesso Di Maio a Imola aveva infatti confermato di aver chiesto a Stefano Domenicali di introdurre Imola in calendario in pianta stabile: “stiamo lavorando con il presidente Bonaccini per farla diventare una tappa fissa del mondiale di Formula 1, abbiamo parlato con Stefano Domenicali e lavoreremo per vedere il prossimo anno il Gran Premio ad Imola ci auguriamo che sia l’occasione per vedere tante persone sugli spalti. Con Stefano Domenicali non abbiamo parlato di fare una competizione fra regioni. Imola e Monza, è stato dimostrato l’anno scorso, sono stati due importanti eventi in cui abbiamo permesso a tante aziende di promuoversi, e quindi non vedo perché non bisogna continuare con questo schema vincente”. Se così non fosse, si potrebbe prendere in considerazione la più volte discussa eventualità di una rotazione con Monza.

Stefano Domenicali con Bonaccini e Di Maio
Stefano Domenicali con Bonaccini e Di Maio

C’è poi da tenere in considerazione l’interessante punto di vista di Kimi Raikkonen sul tracciato di Imola, secondo cui lo spettacolo a Imola non è mancato grazie anche all’impostazione stessa di un tracciato unico. Intervistato da RaceFans, il pilota dell’Alfa Romeo Racing ha ammesso che “Imola è un po’ spietata e penso che è così che le piste dovrebbero essere ed è così che erano. Ecco perché, ovviamente, su piste come questa si vedono un po’ più di bandiere rosse e di errori. Ma questo fa parte delle corse”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento