in

Opel Elektro GT: sono passati 50 anni dal record di velocità

Sotto la carrozzeria c’erano due motori elettrici progettati da Bosch che producevano una potenza massima di 160 CV

Opel Elektro GT

Oltre al 30º anniversario dell’Astra F, Opel festeggia quest’anno il 50º compleanno del record conquistato dalla Opel Elektro GT. Nel 1971, la casa automobilistica tedesca dimostrò che i motori elettrici non erano solo per i golf buggy.

Dal 17 al 18 maggioi di quell’anno, sul circuito Hockenheimring (Germania), Georg von Opel decise di stabilire nuovi record di velocità per le auto elettriche usando una sportiva appositamente preparata e modificata: la Elektro GT.

Opel Elektro GT
Opel Elektro GT profilo laterale

Opel Elektro GT: la vettura che stabilì nuovi record di velocità per le auto elettriche

Alla fine, il modello riuscì a stabilire sei record mondiali. Lo sviluppo di questa vettura non è stato solo un proof of concept per il futuro dei veicoli elettrici a batteria (BEV) ma era anche la continuazione di una tradizione di famiglia.

L’Opel Elektro GT era equipaggiata con due motori elettrici progettati da Bosch che insieme producevano 120 CV di potenza continua e 160 CV di potenza massima. Varta ha fornito le quattro batterie al nichel-cadmio installate accanto e dietro al conducente. Con 280 celle, le batterie hanno aggiunto 590 kg ai 960 kg della GT di produzione, per un totale di 1550 kg.

Opel Elektro GT

Il tentativo di record sulla lunga distanza ha richiesto 360 celle, aumentando ulteriormente il peso fino a 740 kg. Con il suo peso complessivo pari a 1700 kg, la Elektro GT pesava quanto il truck Opel Blitz a passo corto. Il peso extra richiedeva molle più dure e degli pneumatici speciali ad alta pressione sviluppati da Continental che hanno ridotto al minimo l’attrito di rotolamento.

I tecnici di Opel hanno apportato anche delle modifiche alla carrozzeria che includevano la chiusura di tutte le prese d’aria e le uscite nella parte anteriore, l’installazione di un cofano piatto senza il caratteristico rigonfiamento della GT di serie per il carburatore, la rimozione di paraurti, specchietti e maniglie delle porte e il completo smontaggio del motore.

Opel Elektro GT

Presente anche una batteria tradizionale per la parte elettronica dell’auto

Un sistema di gestione elettronica occupava il vano bagagli e sulla parte posteriore c’era un ampio spoiler. Le luci posteriori sono state rimosse e i fori lasciati dietro sono stati semplicemente coperti.

Uno scambiatore di calore ha preso il posto del silenziatore dell’impianto di scarico. Nella parte anteriore del vano motore della Opel Elektro GT è stata installata una batteria tradizionale per fornire elettricità alla parte elettronica.

Al volante della Elektro GT, Georg von Opel ha stabilito quattro nuovi record mondiali per le auto elettriche il 17 maggio del 1971. Tuttavia, la bassa capacità energetica delle batterie ha impedito un nuovo record mondiale per 100 km a una velocità costante di 100 km/h. Il tentativo si è concluso dopo soli 44 km.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento