in

Leclerc dichiara amore eterno alla Ferrari: “la Ferrari è speciale, non vado via nemmeno se mi offrono il doppio”

Il monegasco della Ferrari si è espresso in questi termini dichiarando tutta la sua fedeltà al Cavallino Rampante

Charles Leclerc

Charles Leclerc è il pupillo della Scuderia di Maranello, ma il giovane monegasco della Ferrari sa bene come farsi amare dalla sua gente di Maranello. Non è un caso sentirlo parlare di Ferrari così come farebbe il più romantico tra gli uomini. Sembra infatti aver giurato amore eterno alla Ferrari Charles Leclerc quando all’interno di un’intervista apparsa su Il Giornale ha ammesso: “se un’altra squadra mi offrisse il doppio, al mio manager direi di no perché la Ferrari è speciale. I soldi soldi sono importanti, ma io credo nel progetto e voglio andare fino in fondo con la squadra che sognavo fin da bambino. Ci voglio provare e quando ho in mente qualcosa voglio arrivare fino in fondo. Non ci sono offerte che tengano: io sto benissimo qui e voglio raggiungere l’obbiettivo che mi sono fissato e non me ne andrò fin che non lo avrò raggiunto”. Una dichiarazione d’amore senza se e senza ma.

Charles d’altronde è approdato in Ferrari dopo un solo anno di esperienza in Formula 1 con l’Alfa Romeo: quella 2021 è la sua terza stagione con la tuta rossa del Cavallino Rampante, la prima senza Sebastian Vettel al suo fianco. Nonostante la giovane età si è meritato un contratto pluriennale come non se ne erano mai visti dalle parti di Maranello: lo attendono infatti almeno altre tre stagioni in Ferrari.

Terzo posto come obiettivo

Nel frattempo Charles Leclerc è approdato ad Imola per il primo dei due Gran Premi che si disputeranno quest’anno in Italia. I progressi della nuova SF21 sono sicuramente ben visibili rispetto al disastro della scorsa stagione, ma non si può pretendere di puntare ai piani altissimi della classifica. Rimane però la volontà di poter agguantare anche una sola vittoria entro la fine dell’anno, almeno è quanto ha ammesso Leclerc ancora a Il Giornale: “sarà difficile vincere almeno una gara, ma la vittoria mi rende contento e io lotterò sempre per provarci. È nella mia mentalità anche quando parto indietro e so di non avere il ritmo per vincere, io punto alla vittoria. Non mi interessano un quarto o quinto posto”.

Ci sarà poi da fare i conti col bravo Carlos Sainz che Leclerc ha definito: “davvero fortissimo, da lui c’è da imparare come adatta il proprio stile di guida in base alle diverse situazioni che si ritrova ad affrontare”. In ogni caso ci si prepara all’appuntamento di domenica ad Imola puntando magari ad un terzo posto finale: “qui è sempre speciale, specialmente quando ci sono i fan. È un peccato che nessuno possa essere sugli spalti, ma ovviamente è la cosa migliore che si possa fare ora. Siamo solo a 90 km alla nostra sede, daremo tutto, speriamo di avere un bel weekend davanti a noi. Questa macchina è un deciso passo in avanti rispetto all’anno scorso, siamo progrediti di più rispetto agli altri team ma non siamo ancora nelle posizioni che vorremmo. Quindi dobbiamo impegnarci per tornare dove vogliamo, cioè lottare per le vittorie. Dobbiamo continuare a lavorare così. La macchina è migliorata nel complesso in tutti i settori: abbiamo più potenza e un miglior bilanciamento in curva, abbiamo poi più aderenza. Tutto il pacchetto dà sensazioni molto migliori e questo è positivo per il futuro. Credo che l’obiettivo realistico è essere appena dietro Red Bull e Mercedes. È troppo difficile lottare con loro, siamo troppo lontani. Siamo in lotta con altri cinque team per il terzo posto nella classifica costruttori. Sarà una lotta serrata ma se faremo tutto alla perfezione penso che sia un obiettivo raggiungibile”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento