in

John Elkann: “la prima Ferrari elettrica nel 2025. Il Purosangue nel 2022”

Il presidente della Ferrari ha tracciato le linee per il prossimo futuro del Cavallino Rampante: fra 4 anni la prima elettrica

John Elkann

C’è grande fermento in queste ore in Ferrari. John Elkann ha infatti ammesso che la prima sportiva del Cavallino Rampante alimentata elettricamente arriverà ancora prima rispetto ai programmi previsti in precedenza, quando il debutto veniva fissato nel giro di “un decennio”. Non sarà infatti il 2030 l’anno dell’arrivo su strada della prima Ferrari a batterie, bensì il 2025 secondo quanto confermato dallo stesso presidente del Cavallino Rampante che oggi risiede anche nella posizione di amministratore delegato: la carica assunta ad interim è seguita alla decisione relativa alle dimissioni di Louis Camilleri, non ancora sostituito a Maranello.

Ma John Elkann non si è solamente limitato ad annunciare l’imminente arrivo della prima Ferrari elettrica nel 2025 visto che ha annunciato anche l’arrivo di ben tre nuovi modelli già entro la fine del 2021. Sembra poi che ingegneri e tecnici del Cavallino Rampante abbiano già approvato le doti della prima Ferrari elettrica della storia: “siamo molto entusiasti della nostra prima Ferrari completamente elettrica, che abbiamo in programma di presentare nel 2025 e potete esserne certi: tutto quello che nel vostro immaginario gli ingegneri e i designer di Maranello sono in grado concepire per un simile punto di riferimento della nostra storia, verrà realizzato. Continuiamo a mettere in atto la nostra strategia di elettrificazione in modo estremamente rigoroso. E la nostra interpretazione e applicazione di queste tecnologie sia nel motorsport sia nelle auto stradali è una grande opportunità per trasmettere l’unicità e la passione del Cavallino Rampante alle nuove generazioni”, ha infatti ammesso Elkann.

Il Purosangue nel 2022

Se appunto la posizione di amministratore delegato è rivestita dallo scorso dicembre proprio da John Elkann, in Ferrari la presenza del nipote dell’Avvocato sembra sempre più imperante e ampiamente condizionata da ottime doti di carisma che sembrano aver ridato alla Ferrari una linfa nuova.

L’assemblea degli azionisti del Cavallino Rampante, chiamati ad approvare il bilancio 2020, è stata l’occasione per tracciare il prossimo futuro del costruttore di Maranello. Sulla gestione interna relativa alla ricerca del nuovo CEO di Ferrari, Elkann ha ammesso che si stanno facendo “buoni progressi nella creazione di una short listi di candidati molto forti che possiedono tutte le qualità in particolare le capacità tecnologiche, per guidare la società. Il nuovo CEO e il nuovo senior management team condividerà con voi il futuro entusiasmante di Ferrari nel Capital Markets Day nel 2022”.

Secondo quanto confermato proprio da John Elkann, il 2022 sarà un anno fondamentale per quanto riguarda i lanci di diversi nuovi modelli. A cominciare dal primo SUV della storia del costruttore di Maranello: l’attesissimo Purosangue. Da qui al 2025 la Ferrari godrà quindi di anni di forte fermento: “Il 2022 sarà un anno importante per i lanci di nuove vetture e del Purosangue in particolare, che si sta rivelando qualcosa di davvero speciale”, ha aggiunto Elkann. Appare quindi sempre più vicino il debutto ufficiale dell’attesissimo Purosangue, sebbene le consegne potrebbero cominciare solamente nel 2023. Non è quindi difficile poter ipotizzare che nelle prossime settimane ci sarà spazio per apprezzare i primi muletti di pre produzione che dovrebbero introdurre per la prima volta il design distintivo del Purosangue, oggi camuffato sotto le vesti della Maserati Levante. Nulla di certo sul motore, sebbene con l’arrivo della prima Ferrari elettrica nel 2025 anche il Purosangue probabilmente beneficerà di una variante elettrificata: l’appuntamento è ai Capital Markets Day 2022.

Proseguono gli investimenti su altri settori

Nonostante il 2020 sia stato un anno funesto, Elkann ha sottolineato l’importanza dei risultati ottenuti: “nonostante tutto, nel 2020 abbiamo presentato con grande successo 3 nuovi modelli in modalità digitale; la Ferrari Portofino M, la SF90 Spider e la 488 GT Modificata. Questo significa che oggi abbiamo la gamma di prodotti più bella, innovativa e ampia di tutta la nostra storia”. Se poi Ferrari viene spesso vista dagli analisti e dagli investitori come un’azienda del lusso, oltre che specificatamente legata al settore dell’auto, il piano avviato da Camilleri per allargare il brand ad altri settori è stato confermato da Elkann che ha ammesso “i nostri progetti volti alla creazione di nuove opportunità significative con il marchio Ferrari registrano buoni progressi. Lo storico Ristorante Cavallino di Maranello riaprirà le porte a fine maggio: la storia e la tradizione del ristorante sono state reinterpretate in una moderna trattoria modenese grazie alla collaborazione del celebre architetto India Mahdavi, mentre lo chef stellato Michelin Massimo Bottura contribuirà con il suo virtuosismo gastronomico per un’esperienza culinaria unica”.

Quindi ha aggiunto che “a metà giugno lanceremo la nostra prima collezione luxury uomo e donna interamente ideata e progettata da Ferrari, che sarà distribuita attraverso una rete completamente nuova di flagship store, oltre che online. La collezione racconterà i valori distintivi di Ferrari, quindi artigianalità, eleganza e innovazione, e sarà dedicata agli amanti del brand e della moda di tutto il mondo”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento