in ,

Promuovere o bocciare le assicurazioni Rc auto a fine anno: Assoutenti alla carica

Chi dà il voto alla compagnia aiuta gli altri a scegliere bene, favorendo la concorrenza

Promuovere o bocciare le assicurazioni Rc auto a fine anno Assoutenti alla carica

Come rendere più competitivo il mercato Rc auto? Facile. Basta promuovere o bocciare le assicurazioni Rc auto a fine anno: questa la proposta di Assoutenti. Terminati i 12 mesi di polizza, l’automobilista cliente dà un voto pubblico alla compagnia: aiuta gli altri a scegliere bene, favorendo la concorrenza.

Infatti, oggi, la compagnia dà il voto all’automobilista assicurato: c’è la pagella che è l’attestato di rischio con la classe di merito. Domani, se l’idea di Assoutenti andrà in porto, saranno anche gli assicurati a dare le pagelle. Cos’hanno da temere le compagnie, se si professano sempre all’altezza?

Assicurazioni Rc auto: Mannacio e Galli su tutti

L’idea geniale è di un numero uno della Rc auto, Stefano Mannacio, leader del consumerismo internazionale e responsabile assicurazioni in Assoutenti. Personaggio che da anni difende i diritti degli automobilisti contro i giganti assicurativi.

Assoutenti, assieme ad altre sette associazioni dei consumatori, ha parlato poche ore fa. In occasione dell’audizione in commissione Finanze della Camera. In merito al disegno di legge 2104: qui, ha presentato un documento congiunto chiedendo una profonda e radicale riforma del settore.

Sì ad una piattaforma di rating diffuso: il voto, la pagella. “No al paternalismo dell’Ivass, il vigilante, che diffida della capacità di giudizio dei consumatori. Costoro devono essere sovrani del mercato”, la stilettata del temutissimo Mannacio.

Le associazioni chiedono una riforma radicale della governance dell’organismo di vigilanza (Ivass) e la possibilità di controllare, sulla base delle migliori esperienze internazionali, tutti gli atti eliminando un segreto istruttorio assoluto.

Si richiede inoltre di disboscare il mercato da clausole contro la legge che limitano il diritto di scelta del danneggiato, e di superare l’esperienza fallimentare dell’indennizzo diretto.

Forte è la proposta adottata in Francia di aumentare la competitività nel mercato assicurativo consentendo, come è successo per i telefonini, la portabilità del certificato: lascia la compagnia assicuratrice quando vuoi.

Eppoi, massima e totale libertà del danneggiato, sempre e comunque: è libero di andare dal carrozziere indipendente, come quelli affiliati a Federcarrozzieri di Davide Galli, altro uomo che ha rivoluzionato la Rc auto lottando per i diritti degli automobilisti a un pieno ed equo risarcimento con riparazione a regola d’arte.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI