in

La Ferrari SF90 Stradale in una collezione pazzesca | Video

Sognare ad occhi aperti è possibile nel garage di David Lee, dove giunge una Ferrari SF90 Stradale.

Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano
Vista frontale - Ferrari Collector David Lee

Una Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano va ad arricchire la straordinaria collezione di auto del “cavallino rampante” di David Lee. Quest’uomo d’affari americano, nato però ad Hong Kong, raccoglie da tempo pezzi importanti della casa di Maranello. Nel suo garage da sogno ci sono vetture che spingono a mille le pulsazioni cardiache.

Alcuni nomi? Eccovi serviti: LaFerrari, Enzo, F50, F40, Gto, F12tdf, 250 GT Lusso, 275 GTB/4, Dino 246 GTS, 330 GTS, 365 GTS/4 (meglio nota come Daytona Spyder). Credo che basti, ma l’elenco è più lungo. Fra le altre, c’è pure una monoposto di F1 di Michael Schumacher.

Ferrari SF90 Stradale: il gioiello più recente

Ora l’imprenditore e filantropo statunitense, attivo nel settore dell’alta gioielleria e dell’orologeria, ha aggiunto alla serie anche la Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano, che gli è stata consegnata da poco. Convenzionale e molto apprezzabile la scelta del colore: il classico rosso. Nel caso specifico, abbinato a una fascia grigia e a cerchi di colore nero. Il modello riduce ulteriormente l’età media dei “cavallini rampanti” della sua collezione, dove il peso specifico delle moderne supera quello delle classiche.

Per gli appassionati del marchio di Maranello (e non solo), vedere la raccolta di auto da sogno di David Lee equivale all’immersione in una sorta di paese delle meraviglie. Impossibile non farsi prendere da un’eccitazione emotiva, che disegna le sue note nel cuore, in modo perenne. La Ferrari SF90 Stradale Assetto Fiorano entusiasma il collezionista americano, abituato all’eccellenza a quattro ruote.

Nello specifico allestimento, orientato verso performance ancora più estreme, la SF90 Stradale guadagna degli ammortizzatori speciali Multimatic legati al mondo delle corse e un più vistoso spoiler posteriore in fibra di carbonio che incrementa la downforce. Cresce, rispetto alla versione standard, anche l’impiego di materiali hi-tech, con benefici alla bilancia testimoniati dai 30 chilogrammi in meno letti nell’indice del peso. A completare l’Assetto Fiorano ci pensano degli pneumatici Michelin Pilot Sport Cup2 a forte grip sull’asciutto.

Energia pura nel segno del mito

Nessuna modifica, invece, sul fronte propulsivo: del resto, quando si hanno a disposizione 1000 cavalli di energia vulcanica Made in Maranello cosa si può pretendere di più? La potenza massima della Ferrari SF90 Stradale nasce dalla somma dei 780 cavalli erogati dal motore endotermico V8 da 4 litri e dei 220 cavalli sviluppati dai tre cuori elettrici.

Il powertrain regala, nel complesso, cifre più alte di quelle della Ferrari LaFerrari, regina delle performance fra le tirature limitate del “cavallino rampante”, costretta ad “accontentarsi” di 963 cavalli, ma molto più melodiosi, grazie al V12, architettura simbolo del mito di Maranello.

David Lee le ha entrambe, quindi può scegliere in qualsiasi momento come divertirsi. Beato lui. Ricordiamo che la Ferrari SF90 Stradale standard accelera da 0 a 100 km/h in 2.5 secondi e da 0 a 200 km/h in 6.7 secondi. Il giro sulla pista di Fiorano viene effettuato in 1’19″00, sette decimi meno de LaFerrari.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento