in

Fiat: a Kragujevac solo pochi dipendenti disponibili al trasferimento in Slovacchia

La risposta degli operai della fabbrica Fiat di Kragujevac a lavorare nella fabbrica di automobili di Trnava in Slovacchia è ancora molto al di sotto delle aspettative

Fiat Chrysler Kragujevac

La risposta degli operai della fabbrica Fiat di Kragujevac a lavorare nella fabbrica di automobili di Trnava in Slovacchia è ancora molto al di sotto delle aspettative della direzione, che chiede ai lavoratori di dichiarare per iscritto perché non accettano l’offerta, ha detto a FoNet il sindacato della United Branch Nezavisnost. Fiat Chrysler Automobiles ha informato i lavoratori della produzione che possono presentare domanda di lavoro presso lo stabilimento di Stellantis in Slovacchia, che produce veicoli Peugeot 208 e Citroen C3 Picasso.

Nonostante la persuasione quotidiana ad accettare l’offerta, meno di 20 lavoratori hanno firmato un contratto di un anno in Slovacchia nelle ultime due settimane, ha detto a FoNet il presidente sindacale Zoran Stanic. Secondo lui, le ragioni principali di ciò sono lo stipendio mensile poco attraente e le condizioni di accompagnamento.

Ai lavoratori di Kragujevac è stato offerto uno stipendio di circa 850 euro, ma si devono pagare vitto e alloggio con quei soldi, quindi lo stipendio è troppo basso a queste condizioni. Stanic ha spiegato che lavorare in Slovacchia in queste condizioni significa che un lavoratore, oltre a un appartamento a Kragujevac, dovrebbe anche pagare un appartamento in Slovacchia, nutrire la sua famiglia a Kragujevac e nutrirsi in Slovacchia, il che moltiplica le sue spese.

“È chiaro a tutti che tali condizioni sono inaccettabili, così come la spiegazione che ci vanno anche per la formazione per lavorare su impianti moderni. Gli operai della Fiat hanno imparato a montare le auto molto tempo fa su attrezzature più moderne di quella dello stabilimento di Trnava “, ha detto Stanic.

Ha detto di aver capito la Slovacchia, che probabilmente ha molti lavoratori in congedo per malattia a causa della pandemia, quindi ha cercato di sostituirli, ma non ha capito “l’interesse della Serbia per questa storia”. “La Slovacchia ottiene manodopera di qualità e a basso costo, la Fiat a Kragujevac sta riducendo i costi per le ferie retribuite dei lavoratori che avevano solo 80 giorni lavorativi l’anno scorso e quest’anno si prevede di ridurne il doppio. Dov’è l’interesse della Serbia e dei lavoratori?, “ha chiesto Stanic.

Ha detto che il colosso multinazionale di recente formazione Stellantis, nato dalla fusione dell’italiana FCA e della francese PSA, non ha ancora detto nulla sulla possibile introduzione di un nuovo modello in produzione nella fabbrica di Kragujevac, ma che sospetta che qualcosa bolla in pentola visto che nelle ultime due settimane sono state avvistate in Serbia due alte delegazioni di Fiat e Peugeot “.

Credo che un nuovo modello arriverà nella nostra fabbrica entro un anno, ma temo che allora avremo un nuovo problema. Avremo un nuovo modello per il quale non avremo abbastanza manodopera qualificata, perché molti giovani e capaci professionisti hanno lasciato la fabbrica negli ultimi due o tre anni, ha detto Stanic.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento