in

Giovinazzi spicca durante la seconda giornata di test: è quinto e primo tra i motorizzati Ferrari

Il giovane pilota dell’Alfa Romeo Racing è risultato quinto al termine della seconda giornata di test: davanti alle due Ferrari

Giovinazzi

C’è di che essere soddisfatti a ritrovarsi nei panni di un bravissimo Antonio Giovinazzi che durante la seconda giornata di test al Sakhir, in Bahrain, conferma le previsioni della vigilia. L’italiano di Martina Franca aveva svettato già ieri con la nuova Alfa Romeo Racing C41 aveva concluso in terza piazza a un non nulla (0.026 secondi) dal quinto tempo di Carlos Sainz con la Ferrari SF21.

Non ha quindi deluso le aspettative nemmeno oggi Antonio, e non lo ha fatto nemmeno la nuova C41 che sembra effettivamente essere nata piuttosto bene. La nuova monoposto del team italo elvetico appare performante e molto interessante nell’approccio alla pista: di certo superiore rispetto alla C39 dello scorso anno. L’apporto della nuova power unit del Cavallino Rampante appare sicuramente notevole e sembrano quindi essere stati risolti i noti problemi di performance espressi dalla vecchia unità a marchio Ferrari.

Quinta posizione al termine

Giovinazzi oggi è stato in grado di portare l’Alfa Romeo abbastanza in alto, fissando al quinto posto il suo miglior tempo a fine giornata. Antonio ha infatti concluso la seconda giornata di test pre stagionali col tempo di 1’30.760 secondi utilizzando la mescola C5 della Pirelli e migliorando l’1’31.945 di ieri di circa 1 secondo e due. Va inoltre sottolineato che Giovinazzi ha concluso alle spalle di Bottas, Gasly, Stroll e Norris con un ritardo dal primo di appena 0.471 secondi. Inoltre la C41 di Giovinazzi ha lasciato alle sue spalle il duo Ferrari: Charles Leclerc, sesto con la Ferrari, e Sainz solo 13esimo.

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

Oggi Giovinazzi ha inoltre completato 125 tornate, risultando terzo in termini di giri complessivi dietro a Latifi e Alonso. L’iniezione di fiducia raccolta in queste due giornate da Antonio è stata notevole, ora lascerà la C41 a Kimi Raikkonen per l’ultima sessione di test pre stagionali di domani per ritrovare la medesima monoposto il 26 marzo: ovvero il venerdì di apertura del primo evento stagionale, il Gran Premio del Bahrain.

“Sono molto felice per il lavoro che abbiamo svolto. È stata una lunga giornata in cui ho coperto tantissimi giri, ma abbiamo messo il check a tutte le caselle che avevamo appuntato nel nostro programma di lavoro. Abbiamo svolto sia delle simulazioni in ottica di gara che delle prove di qualifica, era il mio ultimo giorno al volante della C41 e sono fiducioso in vista della stagione. Abbiamo lavorato sodo durante l’inverno e mi sento pronto per il campionato. È molto difficile stabilire dove ci troviamo rispetto ai nostri avversari, la scopriremo soltanto alla prima qualifica dell’anno. Di sicuro abbiamo messo solide fondamenta per quello che ci aspetta”, ha ammesso Giovinazzi.

Emergono quindi riscontri parecchio confortanti. La power unit Ferrari sembra tutta un’altra cosa rispetto a quella a disposizione lo scorso anno. Ma l’Alfa Romeo Racing sembra persino più in palla della Ferrari, almeno al momento.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento