in

Notifica multa su casella email PEC piena: come comportarsi

Colpa del soggetto che deve avere la Posta elettronica certificata e non la svuota

Notifica Casella PEC piena Multa

La Notifica di una multa sulla PEC è valida per tutti quei soggetti (professionisti) che devono averla obbligatoriamente per la loro attività. Il Comune può procedere con la notificazione tramite PEC, essendo certo di essere in regola. Pertanto, se il soggetto obbligato per legge a munirsi di un indirizzo di posta elettronica certificata non legge il verbale e non paga, (per esempio casella piena) la sanzione raddoppierà.

Nel tempo, poi, arriva a quadruplicare. Per chi invece ha scelto di avere la casella PEC volontariamente: le cose cambiano, e non è tenuto a svuotarla. Lo dice in origine la sentenza 12451/2018 della Cassazione. Per certi versi lo conferma la sentenza 5646/2021 (2 marzo) della Cassazione, sezione lavoro, che si è occupata di un licenziamento.

Notifica multa alla PEC piena: tutto regolare

Secondo i giudici, la comunicazione (la multa) deve aversi per notificata se la mancata consegna dipenda da cause imputabili al destinatario. Come nel caso in cui, per mancata diligenza di questi, la casella risulti piena per prolungata (e dunque colpevole) assenza di lettura della posta elettronica (12451/2018).

Il soggetto con PEC obbligatoria, deve controllarla e lasciarla libera. Se non lo fa, il mittente ha svolto il suo compito: inviare la mail. Spetta al destinatario essere disciplinato e attento.

La notificazione di un atto eseguita ad un soggetto obbligato per legge a munirsi di un indirizzo di posta elettronica certificata, si ha per perfezionata con la ricevuta con cui l’operatore attesta di aver rinvenuto la casella PEC del destinatario piena. Da considerarsi equiparata alla ricevuta di avvenuta consegna. Il mancato inserimento nella casella di posta per saturazione della capienza rappresenta un evento imputabile al destinatario per l’inadeguata gestione dello spazio per l’archiviazione.

Morale: la PEC è una bella invenzione, utile, preziosa. Ma la tecnologia va saputa usare, anche nei termini di legge. Altrimenti sono guai.

Casella PEC piena Multa notifica

Multe notificate su PEC fare attenzione e abilitate notifica con sms dove possibile.

Vedremo in futuro le decisioni del legislatore. Magari, quando si avrà la totale digitalizzazione dei cittadini, con PEC, questi riceveranno i verbali da Codice della Strada via Posta elettronica certificata: se non la leggono, notifica valida e multa che comincia a lievitare. Potrebbero essere dolori per chi non fa la massima attenzione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento