in

Stellantis non esclude operazioni straordinarie

L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, ha dichiarato di non escludere operazioni straordinarie per l’azienda

Carlos Tavares
Carlos Tavares

L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, ha dichiarato di non escludere operazioni straordinarie per la sua azienda anche se la casa automobilistica è per il momento concentrata su se stessa. Tavares lo ha detto nel corso di un’intervista pubblicata giovedì.

L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, ha dichiarato di non escludere operazioni straordinarie per l’azienda

“Non voglio aprirmi a speculazioni, vedremo. Per il momento Stellantis è concentrata su se stessa  e su ciò che la circonda”, ha detto al quotidiano finanziario Il Sole 24 Ore l’amministratore delegato Carlos Tavares, alla domanda se considererebbe operazioni straordinarie per la neonata casa automobilistica.

Carlos Tavares ha aggiunto che le operazioni di fusione e acquisizione sarebbero prese in considerazione solo se rappresentassero un modo per raggiungere “più rapidamente una scala sufficiente a sostenere la crescita”. Infine il numero uno di Stellantis ha pure aggiunto che le dimensioni in questo momento non sono un problema per il suo gruppo che può già contare su ben 14 marchi. Vedremo dunque quali novità arriveranno per il nuovo gruppo a proposito di ciò in futuro.

Ti potrebbe interessare: Carlos Tavares: Il numero uno di Stellantis dice si al rilancio dei marchi, nuovi veicoli elettrificati e nessuna chiusura di stabilimenti in Italia

Stellantis
Stellantis: L’amministratore delegato Carlos Tavares, ha dichiarato di non escludere operazioni straordinarie per la sua azienda in futuro

Ti potrebbe interessare: Stellantis: produrre auto in Italia è troppo costoso per il nuovo gruppo del CEO Tavares? Ecco la proposta della Fim-Cisl

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento