in

Opel Vivaro festeggia il suo 20° compleanno

L’ultima generazione del veicolo è disponibile anche in versione completamente elettrica

Opel Vivaro 20° compleanno

L’Opel Vivaro festeggia quest’anno il suo 20º compleanno. Dopo la sua prima mondiale avvenuta al Salone dei veicoli commerciali leggeri di Bruxelles nel gennaio 2001, il furgone tedesco è diventato la punta di diamante della strategia dei veicoli commerciali leggeri del marchio di Stellantis. La prima generazione del Vivaro è anche il predecessore dell’attuale International Van of the Year: il Vivaro-e e completamente elettrico.

Ad oggi sono state prodotte oltre 1 milione di unità del veicolo, a sottolineare non solo il successo e la popolarità tra i clienti ma anche l’importanza dei veicoli commerciali leggeri per Opel. La terza generazione del Vivaro è in vendita dalla fine di marzo 2019 e la gamma è costituita non solo da versioni con motori diesel ma anche quella full electric.

Opel Vivaro 20° compleanno
Opel Vivaro A

Opel Vivaro: il famoso veicolo commerciale leggero celebra quest’anno 20 anni

Il Vivaro è nato da una joint-venture tra Opel e Renault. Nel dicembre del 1996, le società hanno deciso di offrire ai loro clienti i vantaggi delle capacità ingegneristiche e di elevati standard di qualità, collaborando nel settore dei LCV.

Grazie alla joint-venture, Opel è stato in grado di colmare rapidamente un’opportunità nel segmento dei veicoli commerciali leggeri fino a 3,5 tonnellate di peso lordo. Entrambe le case automobilistiche hanno investito un totale di 700 milioni di euro nello sviluppo e nella produzione del Vivaro. Ci sono voluti solo 35 mesi per progettare il nuovo modello.

La casa francese si è concentrata sui propulsori e sul packaging mentre quella tedesca nella produzione. Il veicolo vanta un design innovativo tra i veicoli commerciali leggeri di allora, combinando un aspetto attraente con funzionalità orientate all’utente e ad alta efficienza. Il clou del design futuristico è stato il cosiddetto tetto Jumbo.

Opel Vivaro 20° compleanno

Il lancio della prima generazione avvenne nel 2011

La cabina a cupola offrirà al guidatore e ai passeggero anteriori una quantità eccezionale di spazio per la testa e permetteva un’entrata e un’uscita particolarmente facili. Al lancio avvenuto all’inizio del 2001, il furgone a trazione anteriore era disponibile con due motori diesel common rail da 1.9 litri con potenza di 80 e 100 CV, oltre a una opzione con propulsore benzina da 2 litri a 16V da 120 CV. Poco dopo sono stati aggiunti un motore diesel common rail da 2.5 litri con potenza di 133 CV.

A parte il motore diesel di base, che proponeva un cambio manuale a 5 marce, tutti gli altri propulsori erano abbinati a una trasmissione manuale a 6 rapporti con la leva del cambio posizionata nella console centrale per assicurare la massima ergonomia. Gli altri punti di forza del furgone tedesco erano la guida e la tenuta di strada paragonabile a quella di un’auto. Con un peso lordo di 2,7/2,9 tonnellate, l’Opel Vivaro viene offerto in oltre 20 varianti.

I clienti potevano scegliere fra due passi (3098 o 3498 mm) e tre tipi di carrozzeria. Ogni versione proponeva un sacco di spazio a bordo. Dato i conducenti professionisti trascorrono la maggior parte del loro tempo al volante, i designer hanno progettato interni del Vivaro e dedicando gran parte della loro attenzione al comfort e all’ergonomia dell’abitacolo.

Opel Vivaro 20° compleanno

Il modello proponeva diverse caratteristiche orientate alla sicurezza

Gli interni sono stati completamente rifiniti con materiali resistenti e facili da aprire, oltre alla presenza di navigatore integrato, telefono, lettore CD e sistemi di infotainment all’avanguardia provenienti direttamente dalle auto di Opel. A livello di sicurezza, il Vivaro rappresentava un punto di riferimento in quanto proponeva un airbag per il guidatore e cinture di sicurezza a tre punti per tutti gli occupanti. Gli airbag per il passeggero anteriore e quelli laterali erano disponibili come optional.

Non mancavano freni a disco su tutte e quattro le ruote, ABS a controllo elettronico e distribuzione della forza frenante. Un altro punto a favore del Vivaro era l’elevato livello di manutenzione in quanto erano necessarie solo dopo 30.000 km o due anni mentre il cambio di olio dei freni era necessario solo ogni 120.000 km.

Con l’anteprima mondiale del concept, la casa automobilistica tedesca ha presentato lo studio di un furgone elettrico con un’autonomia superiore ai 400 km con una singola ricarica. Con 5 m³ di spazio di carico, 750 kg di carico utile e un motore elettrico da 111 kW, il concept ha rappresentato un concetto di mobilità elettrica ecocompatibile davvero interessante per quanto riguarda i veicoli commerciali leggeri. Nel 2014, 600.000 esemplari dell’Opel Vivaro erano usciti dalle linee di produzione.

Opel Vivaro 20° compleanno

La terza generazione ora propone in gamma anche una versione 100% elettrica

La seconda generazione del modello fu presentata per la prima volta nello stesso anno con un motore diesel avanzato, maggiori funzionalità e un nuovo look che adottò il linguaggio di design delle moderne vetture dell’azienda. Sotto il cofano, il Vivaro B disponeva di due nuovissimi motori turbodiesel: CDTI da 1.6 litri e CDTI biturbo da 1.6 litri con turbocompressore sequenziale e doppi intercooler. La casa automobilistica tedesca ha prodotto circa 1 milione di unità di Vivaro A e B.

La terza generazione, in produzione dal 2019, offre un’ampia gamma di tecnologie avanzate tra cui il controllo di trazione IntelliGrip, una telecamera posteriore con visione a 180° e il sistema di infotainment multimediale. La versione 100% elettrica è disponibile con due dimensioni di batteria: da 50 kWh e da 75 kWh. La prima propone fino a 230 km di autonomia mentre la seconda fino a 330 km.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento