in

L’accordo Fiat con Tesla non dovrebbe essere rinnovato

Nel 2021 l’accordo tra FCA e Tesla per le emissioni di CO2 non dovrebbe essere più in vigore

tesla-supercharger

Come sappiamo nel 2019 il gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha fatto un accordo con Tesla per creare un pool in Europa in cui le vendite della casa automobilistica di Elon Musk sarebbero state considerate insieme a quelle del gruppo FCA permettendo a quest’ultimo di poter così rispettare le sempre più severe normative sulle emissioni evitando di dover pagare multe salatissime di svariati miliardi di euro.

Questo accordo tra Fiat Chrysler e Tesla è stato rinnovato anche per il 2020. Per quanto riguarda il 2021 però si vocifera che non ci sarà un altro rinnovo. Infatti Fiat Chrysler nel frattempo è confluita in Stellantis dopo la fusione con il gruppo francese PSA. Grazie a questa fusione e alle vendite di auto elettriche e ibride di PSA che sicuramente sono assai maggiori rispetto a quelle di FCA le cose dovrebbero essere nettamente migliorate per Fiat Chrysler che nelle vesti di Stellantis dunque non dovrebbe più avere bisogno di Tesla risparmiando così molto denaro.

Stellantis, nato dalla fusione di FCA e PSA, non ha più bisogno di crediti dalla società di Musk. Anche questo rientra tra i risparmi che FCA e PSA ipotizzavano quando pensavano alla fusione. Per Tesla invece un’entrata in meno che comunque non dovrebbe cambiare le cose per la casa automobilistica americana che in questo momento sembra lanciata nel settore come dimostrano i dati di vendita davvero incoraggianti.

Ti potrebbe interessare: La Tesla da 25.000 dollari potrebbe essere costruita in Cina

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI