in

Regno Unito: prevista l’apertura di una seconda gigafactory

Il nuovo stabilimento di produzione di batterie sorgerà al posto dell’aeroporto di Coventry

Regno Unito seconda gigafactory

Dopo essersi assicurato la costruzione del suo primo impianto di produzione di batterie, che sarà costruito da Britishvolt nel Northumberland grazie a un investimento di 2,6 miliardi di sterline (quasi 3 miliardi di euro), il Regno Unito è vicino alla creazione di un secondo ma questa volta a Coventry.

Lanuova struttura sarà frutto della collaborazione tra il consiglio comunale di Coventry e l’aeroporto locale e prevedono di raccogliere 2 miliardi di sterline (2,3 miliardi di euro) per realizzarlo. Il governo britannico ha messo a disposizione 500 milioni di sterline (576 milioni di euro) in finanziamenti per questo progetto e le parti interessate a creare la gigafactory di Coventry dovranno garantirli.

Coventry Airport
Il Coventry Airport sarà sostituito da un impianto di produzione di batterie

Regno Unito: la seconda gigafactory britannica prenderà il posto dell’aeroporto di Coventry

Se il progetto avrà inizio, dovrebbe generare circa 4000 posti di lavoro e si spera che diventi operativo entro il 2025. Oltre a creare tantissimi nuovi posti di lavoro, il nuovo impianto di produzione di batterie consentirebbe anche la creazione di una catena di approvvigionamento che aggiungerebbe migliaia di posti di lavoro in più.

I funzionari sostengono che, anche se l’aeroporto di Coventry chiuderebbe se quest’impianto venisse creato, le persone, che perdono il lavoro in aeroporto, troverebbero comunque un impiego nel nuovo stabilimento o all’interno della catena di approvvigionamento.

Il consigliere George Duggins, leader del consiglio comunale di Coventry, ha dichiarato: “Coventry è emersa come leader mondiale nella tecnologia delle batterie. La città ospita lo UK Battery Industrialisation Centre, istituti di ricerca leader a livello mondiale e la più grande casa automobilistica del Regno Unito, la Jaguar Land Rover. Per me è chiaro che Coventry è il posto giusto. L’aeroporto di Coventry si trova al centro di questo potente cluster di ricerca automobilistica ed è l’ubicazione ovvia per una gigafactory nel Regno Unito. Si collegherà immediatamente a una catena di fornitura automobilistica matura e all’ecosistema delle competenze. La rivoluzione industriale green sta arrivando e continuerò a lavorare instancabilmente per garantire che Coventry sia proprio al centro di essa. Abbiamo il sito, le competenze e il pedigree per far funzionare questo”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento