in

Peugeot Sport: ecco lo squadrone per l’assalto del WEC e della 24 Ore di Le Mans

Peugeot Sport ha presentato la sua squadra di piloti che porterà al debutto, assieme alla nuova Hypercar, nel WEC 2022

Peugeot WEC

Un po’ tutti si aspettavano che stamattina intorno alle 11.00, Peugeot Sport avrebbe presentata le forme reali di quella che sarà la nuova Hypercar per l’assalto al WEC. Ma così non è stato. Il reparto sportivo del marchio del Leone ha infatti presentato la squadra di piloti che schiererà nel Mondiale Endurance 2022 introducendo piloti probabilmente inattesi alla vigilia che rendono la compagine francese una delle più interessanti del lotto.

I “Magnifici Sette”, così come sono stati appellati dal costruttore francese, comprendono ben tre ex piloti di Formula 1: Jean-Eric Vergne, Kevin Magnussen e Paul Di Resta. Accanto a loro ci sono altri quattro piloti di elevatissima esperienza nel WEC: Loic Duval, Mikkel Jensen, James Rossiter e Gustavo Menezes. Da definire gli equipaggi che costituiranno un set di piloti di assoluta efficacia: la Toyota sembra essere stata avvisata.

Il ritorno alla 24 Ore di Le Mans

Con questi sette piloti Peugeot Sport rivolge il suo sguardo verso il FIA World Endurance Championship, senza dimenticare l’irrinunciabile appuntamento della 24 Ore di Le Mans. Sappiamo quindi già abbastanza dei piloti, in accordo con qualche dato caratteristico della Hypercar del Leone che ancora non è stata completamente svelata.

Di certo c’è che la nuova Hypercar di Peugeot Sport sarà in pista comunque entro la fine del 2021, dopo le necessarie simulazioni soprattutto per quanto riguarda il powertrain. La Hypercar si trova quindi in piena fase di sviluppo, tanto che i lavori di finalizzazione pare siano giunti già a buon punto con la produzione vera e propria dell’esemplare zero che non dovrebbe essere avviata prima dell’estate.

Il powertrain, come annunciato già a dicembre, sarà denominato Peugeot Hybrid4 e adotta una tecnologia ibrida in grado di abbinare al V6 biturbo termico da 680 cavalli e 2,6 litri di cilindrata (posizionato dietro) un elemento elettrico da 200 kW posizionato invece anteriormente. La trazione sarà invece integrale, abbinata ad una trasmissione sequenziale a 7 rapporti.

Due equipaggi

Non si sa ancora nulla su quella che sarà l’effettiva composizione dei due equipaggi che adopereranno le due Hypercar di Peugeot Sport, ma si può dire che a capo di questi ci saranno sicuramente Jean-Eric Vergne e Loic Duval (uomo forte di Peugeot già nel 2010 e 2011): due francesi, così come fortemente voluto dal management. Si sa inoltre che James Rossiter svolgerà attività di test e sviluppo al simulatore, ma rivestirà anche il ruolo di riserva.

Peugeot WEC

In riferimento all’importante progetto, il nuovo direttore di Stellantis Motorsport, Jean-Marc Finot, ha ammesso: “la qualità del rapporto tra tutti coloro che partecipano al progetto è fondamentale. Al di là delle loro competenze individuali in gara, i principali criteri che abbiamo preso in considerazione durante la valutazione e la discussione con i piloti erano relativi ai legami che hanno tra di loro, il loro stato d’animo e la loro capacità di lavorare insieme per motivare e aiutare la squadra a progredire. Tutto questo perché il fattore umano svolge un ruolo assai importante nelle corse di durata. Volevamo anche dimostrare che consideravano il loro impegno verso di noi una priorità e non solo una voce del loro palmares”.

Soddisfazione anche da parte di Olivier Jansonnie, che è direttore tecnico del progetto WEC di Peugeot Sport: “abbiamo esaminato tutti i campionati di gare di durata organizzati nel corso degli ultimi cinque anni. Non abbiamo tenuto conto solo dei risultati individuali. Abbiamo anche esaminato la velocità, la coerenza e l’affidabilità di una lunga lista di piloti, perché stiamo cercando un gruppo che si sposi bene, con una combinazione eclettica di giovani e di esperti del settore con competenze di sviluppo comprovate, in particolare nel settore dei powertrain ibridi”.

Piloti “misti”

Appare quindi mista la compagine di piloti, che accanto agli esperti Vergne e soprattutto Duval affianca Mikkel Jensen e Gustavo Menezes. Questi ultimi hanno infatti 26 anni ciascuno, con Jensen che ha già vinto la Classe LMP3 nell’ELMS mentre Menezes possiede il titolo di LMP2 e ha già vinto la 24 Ore di Le Mans.

Peugeot WEC

Come si diceva, accanto a loro troviamo anche Magnussen e Paul di Resta, oltre alla riserva Rossiter. Interessante la caratterizzazione di Kevin Magnussen che a fine 2020 ha lasciato la Haas di Formula 1 migrando verso un programma endurance in IMSA col Chip Ganassi Racing. A questo punto proseguirà questo percorso nel Mondiale, stavolta con Peugeot: “non è stata una decisione difficile unirsi a Peugeot, dato il loro successo in passato, non solo a Le Mans ma anche nel motorsport in generale. Penso sia facile essere motivati considerando i grandi risultati ottenuti dalla Peugeot a Le Mans: la mia ambizione è quella di ottenere successi e vincere”.

Interessante sia il punto di vista di Mikkel Jensen: “Il progetto Hypercar è molto interessante ed eccitante, con diversi Costruttori coinvolti. Peugeot ha una grande storia e ha già vinto Le Mans. Sono davvero entusiasta di far parte di questo programma e non vedo l’ora di iniziare. Le Mans penso che sia il top del motorsport. La 24 Ore è l’Evento, qualcosa che tutti vogliono poter mettere nel loro palmarès. Non è un segreto che in Danimarca, Tom Kristensen ha reso la gara estremamente popolare. È l’unica, assieme alla Formula 1, che viene diffusa su un canale gratuito oltre alle notizie”, ma anche quello di Gustavo Menezes: “ho sempre ammirato la tenacia della Peugeot nel lottare per la vittoria su tutta la linea. Ad essere onesti, ho iniziato a guardare le gare di endurance quando c’erano le sfide Peugeot contro Audi. Così, nel momento in cui ho sentito che il suo ritorno era una realtà, sapevo che dovevo trovare un modo per arrivare in Peugeot e lottare assieme per il successo assoluto”.

Mentre Paul Di Resta ha aggiunto che “la motivazione mi è giunta pensando alla storia che Peugeot ha scritto nell’ultima avventura endurance affrontata con grandissima professionalità”, in accordo con quanto ammesso da Loic Duval: “quando ho visto la notizia che Peugeot stava tornando nel WEC ho capito che era qualcosa di cui volevo far parte”.

Peugeot WEC

Anche Vergne ha aggiunto parole importanti sul blasone di Peugeot nel WEC: “penso che storicamente sarà bello avere Peugeot, Casa automobilistica francese, correre a Le Mans con un pilota francese. Sarà davvero stupendo”. Quindi Rossiter: “Le Mans è il sogno di ogni pilota, ma la possibilità di lavorare con un marchio e un Costruttore così grande capita solo una volta. Non vedo l’ora di portare tutta la mia esperienza in questo progetto per lottare per il successo a Le Mans”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento