in

La nuova Alfa Romeo di Formula 1 sarà la prima monoposto a debuttare: il 22 febbraio a Varsavia

La nuova C41 sarà la monoposto con cui l’Alfa Romeo Racing scenderà in pista nel 2021, la presentazione è attesa a Varsavia il 22 febbraio

Giovinazzi

È un buon segnale il fatto che con molta probabilità l’Alfa Romeo Racing sarà la prima squadra di Formula 1 a presentare la nuova monoposto per la stagione di Formula 1 2021. A sorpresa infatti il team italo elvetico ha comunicato che la nuova monoposto sarà presentata sfruttando un evento in programma il prossimo 22 febbraio a Varsavia in accordo con lo sponsor polacco PKN Orlen con cui Alfa Romeo ha rinnovato già la collaborazione in Formula 1 anche per questo anno.

È chiaro che l’effettiva realizzazione dell’evento coinciderà con le condizioni legate al Coronavirus che potranno sopraggiungere o meno in quell’occasione. Rimane quindi l’effettiva collaborazione con PKN Orlen, la presentazione a Varsavia è un chiaro omaggio, oltre a quella con la coppia ormai consolidata di piloti formata da Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen ai quali si aggiunge anche Robert Kubica.

La nuova monoposto e il salto di numero

Alfa Romeo Racing dovrebbe quindi presentare effettivamente la nuova monoposto, quindi non solamente la nuova livrea. Una scelta in controtendenza con quanto faranno probabilmente tutte le altre squadre che pare stiano preferendo il debutto sulla pit lane dell’impianto del Bahrain dove scatteranno i test pre stagionali il prossimo 12 marzo. Di certo l’idea di ragionare su un evento singolo proposta da Alfa Romeo potrebbe giocare a favore del team di Frederic Vasseur perlomeno dal punto di vista dell’impatto mediatico.

A rivelare le interessanti informazioni è sta per prima l’edizione italiana di Motorsport.com. La medesima autorevole testata ha ora aggiunto che la nuova monoposto non si chiamerà C40, visto che nel 2020 la vettura era stata denominata C39, ma piuttosto C41. Questo perché la denominazione cronologica è saltata visto che l’effettiva C40 sarà la monoposto che vedremo il prossimo anno con i nuovi regolamenti, monoposto che era già stata lanciata come progetto prima che gli accordi a seguito delle ristrettezze provocate dalla Pandemia portavano allo slittamento dell’introduzione dei nuovi regolamenti in Formula 1.

Da voci che circolano ormai da qualche settimana, pare che la nuova monoposto del Biscione adotterà il muso stretto di derivazione Mercedes abbandonando la filosofia costruttiva di quest’area derivante da quanto visto sulla Ferrari negli ultimi anni. Rimangono chiaramente poi previste alcune modifiche all’area posteriore secondo i dettami del nuovo regolamento che prevede una perdita di carico nell’ordine del 10%. Si punta quindi a questo nuovo elemento per contribuire ad un miglioramento complessivo nel bilanciamento aerodinamico, oltre all’introduzione della nuova power unit del Cavallino Rampante che dovrebbe avere a disposizione potenze sensibilmente migliorate rispetto al 2020. Infine avere a disposizione due piloti di esperienza e con un rapporto tra loro fortemente consolidato potrebbe contribuire ad abbandonare l’ottava piazza nel mondiale costruttori per puntare perlomeno al settimo posto finale.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento