in ,

Guidare con la pioggia: quali obblighi

Come cambiano le regole in caso di precipitazioni

pioggia

Lo sanno tutti: con l’asfalto bagnato, gli spazi di frenata si allungano. Di qui, obblighi speciali per guidare con la pioggia: cambiano le regole in caso di precipitazioni. Così assidue in questi giorni. Al fine di prevenire incidenti stradali con frenate tardive, aquaplaning (fenomeno di galleggiamento della macchina in movimento su uno strato d’acqua). Più la visibilità che peggiora pesantemente.

Guidare con la pioggia: limiti di velocità

La velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade.

  • Limite di 110 km/h per le strade extraurbane principali.
  • Sono 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali.
  • E 50 km/h per le strade nei centri abitati, con la possibilità di elevare tale limite fino ad un massimo di 70 km/h per le strade urbane.

Ma con la pioggia?

  • 110 km/h per le autostrade,
  • 90 km/h per le strade extraurbane principali,
  • E 90 km/h per le extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali.
  • Con 50 km/h o 70 km/h per le strade urbane.

No, con la pioggia non si va a 130 km/h sulle autostrade col Tutor

Attenzione a cosa dicono le normative. Sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia, dotate di Tutor, le concessionarie possono elevare il limite massimo di velocità fino a 150 km/h. Se lo consentano l’intensità del traffico, le condizioni atmosferiche prevalenti ed i dati di incidentalità dell’ultimo quinquennio. Ma nessun gestore lo ha mai fatto. Quindi, i 150 km/h non ci sono.

La bufala in certi forum online vuole che i 150 km/h ci siano. E magari scendano a 130 km/h con la pioggia. Nient’affatto: in autostrada, 130 con meteo normale, e 110 con la pioggia o in caso di precipitazioni. Anche col Tutor.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento