in

Citroën conclude positivamente il 2020 in Italia

La casa automobilistica francese è riuscita a riscontrare dati positivi sia nel mercato auto che in quello dei veicoli commerciali

Citroën 2020 Italia

Il 2020 si è concluso con un contesto generale molto difficile che ha portato parecchi problemi al settore automobilistico. Ad esempio, in Italia si è registrata un’importante flessione delle immatricolazioni pari al 27% rispetto al 2019.

Nonostante il periodo, Citroën ha chiuso il 2020 con una quota di mercato pari al 4,96%, in aumento per il quarto anno consecutivo e con un incremento complessivo dal 2016 dell’1,36%. Nel mercato auto, la casa automobilistica francese ha raggiunto il 4,66% di quota di mercato. Parliamo di un ottimo risultato che è cresciuto dello 0,15% rispetto al 2019.

citroen-c3-restyling-2020-3
Nuova Citroën C3

Citroën: il brand francese ha conquistato una quota di mercato pari al 4,96% nel mercato italiano nel 2020

Nel mercato dei privati, la quota di mercato ha superato il 5% (+0,4% rispetto all’anno precedente). La Citroën C3 ha confermato il suo grande successo nel nostro Bel Paese in quanto è riuscita a posizionarsi nella top 5 del suo segmento.

Per quanto concerne i veicoli commerciali, Citroën Italia si conferma tra i principali player del segmento con una quota del 7,54% grazie al quale è riuscita a posizionarsi al terzo posto nella classifica dei brand. Fra i veicoli più apprezzati dai clienti italiani c’è stato il Citroën Berlingo Van che si è piazzato al terzo posto nel suo segmento grazie a modularità e praticità che lo rendono adatto a tutti gli utilizzi.

Questi risultati sono stati raggiunti grazie all’offensiva commerciale in linea con le aspettative degli automobilisti italiani. Sfruttando una serie di servizi digitali sempre attivi, il marchio di PSA è rimasto costantemente vicino alle persone nonostante i lunghi periodi di distanziamento sociale.

Citroën C5 Aircross Hybrid Plug-In Verona Monti Lessini
Citroën C5 Aircross Hybrid Plug-In

Il debutto sul mercato italiano di due modelli molto apprezzati dal pubblico, la nuova C3 e la C5 Aircross Hybrid Plug-In, hanno permesso di intensificare la presenza dell’azienda sul mercato italiano. In aggiunta, l’impegno concreto di Citroën nel processo di transizione energetica ha permesso di rispondere attivamente alle sfide dell’impatto ambientale e a soddisfare le esigenze dei clienti alla ricerca di una mobilità sostenibile.

Marco Antonini, direttore generale di Citroën Italia, ha detto: “Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti nonostante, purtroppo, un contesto generale così difficile. Siamo riusciti a rispondere alle aspettative dei nostri Clienti, in termini di prodotto e di servizi, grazie anche alla determinazione, alla professionalità e al costante impegno di tutta la nostra forza vendita e di tutte le squadre a supporto delle attività commerciali”.

Antonini ha proseguito dicendo: “Ora siamo pronti ad affrontare il nuovo anno con fiducia e con ottimismo, sapendo di poter contare su una gamma rinnovata e in linea con le esigenze delle persone. Il 2021 sarà un anno ricco di grandi novità, a cominciare dal debutto sul mercato italiano di Nuova C4 e di Nuova ë-C4 – 100% ëlectric, la nostra vettura compatta di nuova generazione che sovverte i codici del suo segmento e si distingue per il design unico e audace, un comfort ai massimi livelli e la scelta della motorizzazione: benzina, diesel e 100% elettrica”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento