in ,

Multe Covid a chi va in auto: nuove modalità di pagamento

Sanzione di 533 euro saldabile in più modalità

covid multa 533 euro

Multe Covid a chi va in auto: nuove modalità di pagamento 2021. Sanzione di 533 euro saldabile in più modalità. Lo dice la circolare 7/1/2021, protocollo numero 300/A/67/21/115/28 del ministero dell’Interno. Avente a oggetto “Decreto legge 25 marzo 2020 numero 19. “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19″. Ossia il procedimento di applicazione delle sanzioni amministrative per illeciti accertati sulla strada dalle Forze di Polizia e dalle Polizie Locali.

Multe Covid a chi va in auto: 533 euro

Il ministero dell’Interno informa che per il  pagamento delle sanzioni si potrà utilizzare anche il modello F23. La modalità di pagamento tramite modello F23 non fa venire meno la possibilità, per il trasgressore e l’obbligato in solido, di optare per il pagamento tramite bonifico bancario, secondo le modalità già in uso, recita la circolare.

Per il guidatore e per ognuno dei passeggeri sono 533 euro. Invece, 400 euro a chi va a piedi, anche questi scontabili.

Altre ordinanze ministeriali e altre multe

D’altronde, le probabilità di multa Covid di 533 euro non sono affatto scese. Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale 6 del 9 gennaio 2021 le ordinanze del ministero della Salute. Relative alle nuove misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica.

In particolare, le ordinanze, in vigore da domenica 10 gennaio 2021, collocano in area arancione queste Regioni: Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. Restano in vigore le restrizioni previste dal decreto legge 5 gennaio 2021, numero 1.

Va infine ricordato che, a prescindere dal colore della Regione, esiste un’unica regola per gli spostamenti in auto: per i non conviventi, guidatore più un passeggero dietro, non accanto, e con mascherina entrambi.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento