in

Ferrari 208: la rossa con motore V8 da soli 2 litri

La GTB Turbo fu la prima Ferrari stradale a disporre di un turbocompressore

Ferrari 208

La Ferrari 208 è stata un’auto molto importante per la casa automobilistica modenese, in particolare la GTB Turbo che fu la prima Ferrari stradale ad avere la sovralimentazione tramite turbocompressore. Complessivamente, il cavallino rampante portò sul mercato, fra il 1980 e il 1986, sei varianti di questa vettura: GTB carburatori, GTS carburatori, GTB iniezione, GTS iniezione, GTB Turbo e GTS Turbo.

Sotto il cofano della 208 era presente un motore derivato da quello utilizzato sulla Dino 208 GT4. Tale propulsore fu sviluppato dagli ingegneri meccanici di Maranello per affrontare in maniera adeguata la crisi petrolifera del 1970/80 in quanto consumava ed inquinava meno rispetto alla versione da 3 litri.

Ferrari 208
Ferrari 208 profilo laterale

Ferrari 208: l’auto venne proposta in sei varianti diverse nel corso degli anni

Si tratta più nello specifico di un motore da 2 litri capace di sviluppare una potenza di 155 CV a 6800 g/min e 170 nm di coppia massima a 4200 g/min. Successivamente, tale powertrain venne sovralimentato tramite un turbocompressore KKK nel 1982 e poi da uno IHI con l’aggiunta di un intercooler nell’85, dando vita alla 208 Turbo.

Il propulsore della Ferrari 208 era alimentato da quattro carburatori Weber. Rispetto alla 308 con motore V8 aspirato da 3 litri, vennero modificati i rapporti del cambio per adeguarlo alla potenza inferiore.

Ferrari 208

La vettura venne proposta in versione coupé e targa con tettuccio asportabile. Complessivamente, la casa automobilistica modenese produsse 160 esemplari della GTB e 140 della GTS. A livello di prestazioni, la Ferrari 208 impiegava 6,3 secondi per scattare da 0 a 100 km/h e raggiungeva una velocità massima di 253 km/h.

Come anticipato poco fa, nel 1982 furono introdotte l’iniezione meccanica e la sovralimentazione che portarono la potenza a 220 CV. La nuova 208 Turbo venne presentata da Maranello in occasione del Salone di Torino di quell’anno.

Ferrari 208

Inizialmente, questo motore fu reso disponibile soltanto per la GTB ma l’anno successivo arrivò anche la GTS Turbo. Oltre all’aumento di potenza, la nuova auto del cavallino rampante riusciva a raggiungere una velocità di punta di 242 km/h.

Nel 1986, in contemporanea con il lancio della 328, furono apportate alcune piccole modifiche alla carrozzeria e al powertrain, quest’ultimo grazie all’utilizzo di una turbina progettata da IHI, un intercooler Behr e una centralina elettronica Marelli med. Grazie a questi cambiamenti, la Ferrari 208 Turbo proponeva 254 CV di potenza a 6500 g/min. In totale, il cavallino rampante produsse 437 esemplari della GTB Turbo e 250 della GTS Turbo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento