in

Alfa Romeo Gtv: il roseo futuro da auto d’epoca

Oltre alla variante coupé, la previsione riguarda anche la derivata Spider.

Alfa Romeo Gtv

Stando a quanto riportato da “Autocar“, la coupé Alfa Romeo Gtv è tra le dieci future auto d’epoca di sicuro interesse storico. Per la cronaca, si tratta della vettura sportiva a trazione anteriore introdotta a metà degli anni ’90, assieme alla derivata Alfa Romeo Spider. Quest’ultima, inoltre, è stata annoverata tra le auto d’epoca del futuro da parte di “Auto Motor und Sport“.

Oltre alla coupé Alfa Romeo Gtv, l’edizione online della rivista britannica Autocar menziona altre vetture sportive che saranno future auto d’epoca, come la Westfield (ennesima ‘cover’ della mitica Lotus Seven), la Vauxhall VX220 (gemella della Opel Speedster ed entrambe dotate del pianale della Lotus Elise), la prima generazione della Audi TT 3.2 V6, la BMW Z3 e la Mazda RX-8.

Nella speciale classifica di Autocar figura anche la Peugeot 205 GTi, ma questa è già considerata auto d’epoca perché ha più di trent’anni, allo stesso modo della Rover Mini. Infine, non mancano le sorprese, vale a dire la berlina Citroen C6 e la monovolume Nissan Cube.

La coupé Alfa Romeo Gtv, nota anche con la numerazione di progetto 916, ha debuttato sul mercato italiano nel mese di marzo del 1995. Al momento del lancio, la gamma comprendeva il motore aspirato 2.0i 16V Twin Spark da 150 CV di potenza e il propulsore sovralimentato 2.0i V6 Turbo Benzina da 201 CV di potenza. Nel 1997, invece, fu introdotta l’unità aspirata 3.0i V6 24V da 220 CV di potenza.

Nel 1998, la coupé Alfa Romeo Gtv fu sottoposta al restyling che dette vita alla seconda serie. Per l’occasione, la gamma fu allargata al motore 1.8i 16V Twin Spark da 144 CV di potenza che affiancava il propulsore 2.0i 16V Twin Spark che fu aggiornato nella potenza fino a 155 CV. Con l’introduzione della normativa Euro 3 nel 2000, le motorizzazioni 1.8i 16V TS, 2.0i 16V TS e 3.0i V6 24V furono depotenziate rispettivamente a 140 CV, 150 CV e 218 CV.

In seguito, furono introdotte alcune versioni speciali della Alfa Romeo Gtv, come Limited Edition e Cup nel 2001, oppure Lux e Motus l’anno seguente. Nel 2003, la coupé del Biscione fu nuovamente sottoposta al restyling che dette vita alla terza serie, con cui debuttarono le motorizzazioni aspirate 2.0 JTS 16V da 165 CV di potenza e 3.2 V6 24V da 240 CV di potenza. La coupé Alfa Romeo Gtv è uscita di scena nel 2006, quando fu sostituita dalla Brera.

Written by Dario Montrone

Blogger, ma soprattutto giornalista freelance del settore auto da oltre dieci anni. Sono appulolucano e, nel tempo libero, pratico il 'free riding'. "Auto Storiche Italiane" è il titolo del mio primo libro, scritto qualche anno fa.