in

Nuova Jeep Cherokee: le prime immagini del restyling

La rinnovata SUV intermedia sarà svelata al Salone di Detroit.

Jeep Cherokee

Il gruppo automobilistico FCA ha rilasciato le prime immagini ufficiali della Jeep Cherokee restyling, il cui debutto in anteprima mondiale è fissato per il giorno 16 gennaio del 2018, ovvero all’apertura dell’ormai imminente Salone di Detroit. Gli scatti evidenziano il rinnovamento di metà ciclo produttivo che ha riguardato il frontale, ma soprattutto la zona posteriore con lo spostamento del vano portatarga dal paraurti al portellone.

Per la rinnovata Jeep Cherokee sono state rilasciate solo le prime quattro immagini ufficiali, mentre i dati tecnici saranno resi noti solo con la presentazione ufficiale alla kermesse statunitense. Molto probabile l’introduzione della versione a propulsione ibrida eTorque con la tecnologia ‘mild hybrid’, mossa dal motore a benzina 2.0 Turbo a quattro cilindri che eroga la potenza di 270 CV grazie all’abbinamento con il piccolo propulsore elettrico da 48V.

Questa versione ‘mild hybrid‘ della SUV intermedia statunitense condividerà gran parte della meccanica con la medesima declinazione della nuova Jeep Wrangler, anche se è più probabile l’abbinamento al cambio automatico AT9 a nove rapporti e alla trazione anteriore FWD.

Per quanto riguarda le altre motorizzazioni, la Jeep Cherokee restyling dovrebbe essere proposta con l’unità 2.2 Turbo Diesel a gasolio nelle versioni da 136 CV, 150 CV, 180 CV e 210 CV di potenza. Sul mercato statunitense, invece, la gamma comprenderà anche gli altri motori aspirati a benzina 2.4 a quattro cilindri da 184 CV di potenza e 3.6 V6 ‘Pentastar’ da 285 CV di potenza, quest’ultimo dotato del dispositivo ESS con la funzione stop/start.

Tra le altre novità della Jeep Cherokee restyling figura anche il nuovo sistema multimediale UConnect, più il trasferimento dell’assemblaggio presso l’impianto di Belvidere.

A seconda dei mercati, la rinnovata Jeep Cherokee sarà disponibile negli allestimenti Sport, Altitude, Latitude, Longitude, Limited ed Overland, senza dimenticare la declinazione Trailhawk – con lo stile da fuoristrada – che si porrà al top di gamma. In futuro, invece, non è esclusa la versione sportiva Trackhawk con il propulsore a benzina 3.2 V6 con la doppia sovralimentazione.