in

Il “massimo ottenibile” per l’Alfa Romeo Racing al GP del Sakhir

Rimane ancora fuori dalla zona punti l’Alfa Romeo Racing: Giovinazzi e Raikkonen non vanno oltre il 13esimo e 14esimo posto

Giovinazzi

Il tracciato esterno del Bahrain che ieri sera ha ospitato il Gran Premio del Sakhir non fornisce niente di buono in casa Alfa Romeo Racing. Il team italo elvetico è tra quelli che è rimasto con entrambe le monoposto al di fuori dalla zona punti, un po’ come tutti i motorizzati Ferrari (Scuderia compresa).

Antonio Giovinazzi è apparso comunque in grado di stare davanti a Kimi Raikkonen, finendo in 13esima posizione alle spalle di Sebastian Vettel con l’unica Ferrari superstite.

Punti zero

Il 13esimo posto finale non porta alcun punto ad Antonio così come il 14esimo di Kimi Raikkonen. In ogni caso il giovane pilota di Martina Franca è ancora una volta davanti al buon Kimi Raikkonen che nonostante le buone premesse delle Libere non è riuscito ad estrarre nulla dalla domenica del Sakhir.

Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

“La P13 era probabilmente il massimo che potevamo ottenere nella notte del Sakhir, quindi finire davanti ai nostri rivali e proprio dietro una Ferrari è quello porteremo a casa dopo questo evento. I sorpassi sono stati molto difficili, anche se sembravamo essere abbastanza veloci in curva. Alla fine non siamo riusciti a trarre alcun vantaggio dall’ultima Safety Car. Speriamo di poter essere un po’ più competitivi la prossima settimana in modo da finire bene la stagione”, ha ammesso Antonio.

Difficoltà e un testacoda al primo giro hanno condizionato il Gran Premio di Kimi Raikkonen che ha terminato alle spalle di Giovinazzi: “è stata una notte difficile in cui probabilmente abbiamo ottenuto tutto ciò che avremmo potuto sperare, viste anche le circostanze. Ho fatto una buona partenza ma sono andato largo fuori dalla Curva 2 colpendo il cordolo e perdendo il posteriore. Ho perso due posizioni lì, ma alla fine non ha fatto differenza per il risultato finale. La macchina sembrava molto simile a quella della scorsa settimana: andava bene con gomme nuove ma il ritmo è calato man mano che si andava avanti”, ha invece detto Raikkonen.

Raikkonen
Kimi Raikkonen

Per Vasseur il risultato è il massimo che si poteva ottenere nella notte del Sakhir: “abbiamo mantenuto la calma in una gara in cui molti altri hanno commesso errori, ma alla fine non è stato sufficiente per portare a casa dei punti. A parte il testacoda di Kimi nel primo giro, né i piloti né la squadra hanno sbagliato molto e portare a casa le vetture in P13 e P14, dietro una Ferrari, è probabilmente il massimo che potevamo ottenere. Antonio ha avuto un buon ritmo per tutta la gara, ma su questa pista è stato abbastanza difficile sorpassare e non ha potuto esprimersi al meglio. Possiamo ancora trovare qualcosa di più e, auspicabilmente, concludere la stagione alla grande ad Abu Dhabi la prossima settimana in modo da portarci dietro questo slancio durante la pausa invernale”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento