in

Kimi è sempre il solito Raikkonen: non sa chi siano i nuovi piloti che debuttano al Sakhir

Kimi ha espresso dei punti di vista puntando sul suo solito stile, ma su Grosjean ha ammesso di aver avuto paura

Raikkonen

Che Kimi Raikkonen sia uno molto sincero, e soprattutto senza peli sulla lingua, è cosa nota a tutti. Il finlandese dell’Alfa Romeo Racing ha espresso il suo punto di vista sui nuovi arrivati che per un motivo o per un altro saranno della partita durante il Gran Premio di Sakhir.

Il finlandese che durante le FP2 di oggi al Sakhir si è comportato abbastanza bene, chiudendo con un 12esimo posto finale davanti a Giovinazzi e parecchio avanti alle due Ferrari, ha infatti parlato dei nuovi volti durante la presentazione del Gran Premio di ieri. Kimi è reduce da un Gran Premio del Bahrain parecchio complicato in cui ha chiuso solamente in quindicesima piazza, ma potrebbe forse andare un poco meglio nell’inedita configurazione del tracciato esterno che ospita il Gran Premio di Sakhir.

È la prima volta in Formula 1 per Fittipaldi e Aitken

Il Gran Premio di Sakhir segna infatti il debutto di Pietro Fittipaldi, nipote del grande Emerson, che in Haas sostituisce l’infortunato Romain Grosjean reduce da un incidente pauroso domenica scorsa. Allo stesso modo sarà la prima volta anche per Jack Aitken che sostituisce George Russell in Williams, impegnato a sostituire in Mercedes Lewis Hamilton che è risultato essere positivo al Coronavirus nei giorni scorsi.

A Kimi è stato chiesto proprio un parere su Fittipaldi e Aitken, ma Iceman ha fornito una delle sue solite risposte a bruciapelo: “di preciso non so chi correrà e con quale team, sono sicuro però che avranno già fatto dei test in passato e magari girato al simulatore o guidato in Formula 2. Credo che per loro sarà tutto abbastanza normale, anche se eccitante”, ha ammesso Raikkonen.

Durante la stessa conferenza stampa non si è potuto fare a meno di discutere anche di quanto accaduto a Romain Grosjean domenica scorsa in Bahrain. In questo caso Kimi Raikkonen è apparso più coerente con una questione che ha rappresentato un serio pericolo per Romain: “non ho mai visto nulla di simile nella mia carriera. Ovviamente ogni incidente è differente ed il fuoco lo ha fatto sembrare più grave di quanto in realtà sia stato. Non siamo più abituati a vedere queste scene. È stato molto brutto, ma fortunatamente ne è uscito praticamente illeso ed è questo quello che conta. Quando vedi quelle immagini, quella esplosione, pensi subito che sia capitato qualcosa di molto grave”.

Quindi Kimi è tornato al suo stile quando gli è stato chiesto di Fernando Alonso e del fatto che girerà ad Abu Dhabi durante i test dedicati ai giovani piloti: “ho saputo oggi che Fernando sarà presente ai test. Onestamente non vedo alcun problema. Sinceramente non mi interessa chi guiderà o meno. Non ho nulla da dire a riguardo”. Tuttavia per il 2021 vede qualche possibilità in più da abbinare alla nuova power unit Ferrari che dovrebbe fornire una dose di competitività superiore: “nulla è mai certo in Formula 1. Ovviamente correremo con una vettura simile il prossimo anno, ma ci saranno delle piccole modifiche regolamentari che spero possano aiutarci ad essere maggiormente competitivi. Avremo anche un nuovo motore che mi auguro possa spingerci a fare meglio. Sono sicuro che avremo un pacchetto più competitivo rispetto a quello che abbiamo adesso”.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento