in

Per Mattia Binotto, Leclerc non ha commesso errori nel sorpasso su Vettel

Il team principal della Scuderia ha chiarito che Charles e Sebastian si sono chiariti amichevolmente già a fine gara

Binotto Leclerc

La Ferrari di ritorno (ideale, visto che rimarrà lì per un altro weekend) dal Bahrain si dovrà di nuovo a ricomporre i pezzi di una domenica malconcia, così come il venerdì e il sabato. È di questo tenore il commento di Mattia Binotto che da Maranello ha ammesso che questa Ferrari è una sorpresa per tutti, in negativo sia chiaro.

Il team principal della Scuderia dovrebbe ritornare in pianta stabile al timone del Cavallino Rampante in pista già dal prossimo secondo appuntamento del Bahrain e poi all’ultimo evento di Abu Dhabi. In ogni caso, sentito da Sky Sport F1, Binotto ha appunto ammesso che “non ci saremmo aspettati queste difficoltà. In Bahrain rispetto alle ultime gare abbiamo trovato condizioni molto diverse, sia ambientali che di asfalto. La SF1000 non ha funzionato a dovere come ci aspettavamo. Ora abbiamo qualche giorno per intervenire e provare a fare qualcosa di meglio. Non siamo stati competitivi né in qualifica né sul ritmo gara, né come degrado delle gomme. Abbiamo sofferto sin dal primo giro delle FP1. Il prossimo weekend sarà diverso perché il tracciato cambierà, ma noi abbiamo patito condizioni atmosferiche e asfalto che saranno una costante anche settimana prossima. Cercheremo di adattarci al nuovo layout, cercheremo di recuperare la competitività che ci è mancata. Oggi per noi è stata una battuta d’arresto. Più che avvicinarci ci siamo allontanati”.

Binotto sta con Leclerc

Poi Mattia Binotto ha parlato anche delle scaramucce intercorse tra Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Il tedesco si era lamentato per la troppa aggressività di Charles che lo aveva sopravanzato in Curva 1 con poco spazio a disposizione. Fortunatamente le cose sono andate diversamente rispetto a quanto avevamo visto già in Stiria.

Per Mattia Binotto i due si sono già chiariti al termine della gara “in maniera molto amichevole”. Il team principal ha aggiunto che si trattava di “una azione di gara normale. Lo spazio c’era. Charles è entrato ed è sempre stato in controllo della traiettoria”. Per Binotto non ci sono colpe da attribuire a Leclerc che non avrebbe instaurato un sorpasso pericoloso nei confronti di Vettel. Il tedesco evidentemente ha percepito altre sensazioni dall’abitacolo della sua SF1000.

L’unico punto portato a casa da Leclerc allontana l’idea di una terza posizione nel Mondiale Costruttori. Nel frattempo il rapporto teso tra Charles e Sebastian si concluderà tra due soli appuntamenti. Poi arrivederci e grazie al prossimo anno.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento