in

Maserati: lo stabilimento di Modena si fermerà per 6 giorni

Fiat Chrysler annuncia un nuovo fermo produttivo per lo stabilimento Maserati di Modena

Maserati stabilimento Modena stop

Nelle ultime ore, i dirigenti del gruppo automobilistico italo-americano Fiat Chrysler Automobiles hanno annunciato che lo stabilimento Maserati di Modena si fermerà dal 15 fino alla fine del 2017. In particolare, per questo periodo verrà fatto un nuovo ricorso alla cassa integrazione per tutti i lavoratori presenti nella fabbrica modenese dove vengono prodotte alcune delle auto più famose del tridente, oltre all’Alfa Romeo 4C.

L’annuncio è stato dato 4 giorni fa dai responsabili di FCA durante un incontro tenutosi assieme ai sindacati. I 270 lavoratori saranno messi in cassa integrazione per 6 giorni, dal 15 dicembre fino al 22 dicembre 2017. Tuttavia, fino al 7 gennaio 2018 si arriverà ad un vero e proprio fermo produttivo. I 6 giorni di cassa integrazione, infatti, si uniranno alle ferie per le festività natalizie che avverranno dal 23 dicembre fino al 7 gennaio.

Maserati stabilimento Modena stop

Maserati: Fiat Chrysler annuncia 6 giorni di cassa integrazione per la fabbrica modenese

Il motivo di questo fermo è dovuto alla diminuzione della domanda delle auto prodotte nello stabilimento Maserati di Modena. La Fiom CGIL ha deciso di commentare questo ennesimo stop. In base a quanto dichiarato dall’ente, il fermo può essere interpretato come un bruttissimo segnale per il futuro della fabbrica di Modena.

A parte il provvedimento, infatti, manca un vero e proprio piano a medio e lungo termine che possa garantire un futuro a questa storica fabbrica del brand del tridente appartenente al gruppo Fiat Chrysler Automobiles.

Maserati stabilimento Modena stop

Al fine di garantire la continuità produttiva dello stabilimento, nei prossimi anni, secondo i sindacati, dovranno essere annunciati almeno 1 o 2 nuovi modelli di auto. Nel 2018, la situazione attuale potrebbe addirittura aggravarsi. Per la prossima estate, infatti, non verranno più prodotte le Maserati GranCabrio e GranTurismo, due attuali auto che vengono costruite nella fabbrica di Modena.

Al momento soltanto la produzione dell’Alfa Romeo 4C è stata confermata per la seconda metà del 2018. In occasione dell’ultimo incontro con i sindacati, il gruppo FCA di Sergio Marchionne ha confermato che gli stessi livelli produttivi di quest’anno si avranno anche nel 2018. Tuttavia, tale dichiarazione non ha consolato i sindacati poiché nel corso di quest’anno l’azienda ha fatto spesso ricorso alla cassa integrazione.

Per ora non ci sono ancora delle comunicazioni ufficiali circa la produzione di nuovi veicoli in questo stabilimento nei prossimi anni. Ciò viene confermato anche dall’assenza di indiscrezioni su questa fabbrica modenese.