in

PSA non sta investendo più in motori a combustione interna

Carlos Tavares, CEO della casa automobilistica francese Groupe PSA ha detto che la sua azienda non investe più in motori a combustione

Carlos Tavares, CEO della casa automobilistica francese Groupe PSA e futuro responsabile della sua fusione con Fiat Chrysler Automobiles, afferma che la società madre di Peugeot, Citroën e Opel non spende più per motori a combustione interna di nuova generazione. “È chiaro”, ha detto Tavares sull’argomento durante la teleconferenza del Vertice automobilistico di Reuters. “Non stiamo investendo più”.

La società si sta adattando alla probabile realtà dell’Unione Europea che vieterà la vendita di nuovi veicoli con motori a combustione interna tra il 2030 e il 2040, ha affermato il futuro CEO del tie-up Stellantis, sebbene l’Europa non sia l’unica posto che cerca di farlo. Il governatore della California Gavin Newsom ha ordinato la fine delle vendite di veicoli nuovi con propulsori tradizionali entro il 2035. I Democratici della costa occidentale hanno avanzato una proposta nazionale simile al Congresso .

“Il punto è … quanto tempo servirà all’industria per adattarsi a questa situazione e quanto tempo servirà all’industria per formare le persone a lavori diversi o riadattare la loro azienda a questa diversa realtà”, ha detto il numero uno di PSA. “Più breve è il tempo che abbiamo, più brutale sarà e maggiori saranno le conseguenze sociali”.

Affinché i veicoli elettrici alternativi siano redditizi, le case automobilistiche devono ridurre i costi, perché le tecnologie elettriche a batteria sono più costose delle loro controparti tradizionali, ha detto Tavares.

Ti potrebbe interessare: PSA ottiene il via libera dai suoi obbligazionisti per la fusione con Fiat Chrysler

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento