in

ACI sostiene la campagna di sicurezza stradale creata dalla FIA

I due enti puntano principalmente su cruise control adattivo, frenata automatica d’emergenza e mantenimento della corsia

ACI campagna sicurezza stradale FIA

L’Automobile Club d’Italia (ACI) sostiene la campagna lanciata dalla FIA in Europa, Medio Oriente e Africa che riguarda la sicurezza stradale e in particolare i sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) che oggi rendono la guida sempre più sicura.

Il progetto si concentra sui sistemi che diventeranno obbligatori per le nuove vetture da luglio 2022. Un’indagine, che sarà presentata nei prossimi giorni dalla Federazione Internazionale dell’Automobile, dimostra che la maggior parte degli automobilisti non utilizza o non lo fa al meglio gli ADAS presenti già sulla propria vettura.

ACI campagna sicurezza stradale FIA
ACI e FIA puntano principalmente su tre sistemi ADAS

ACI: l’ente pubblico supporta la promozione fatta dalla FIA sugli ADAS

La FIA punta particolarmente su tre sistemi molto efficaci per garantire una sicurezza maggiore su strada: l’assistente al mantenimento della corsia (Lane Keeping Assist – LKA), la frenata automatica di emergenza (AEB) e il cruise control adattivo (ACC).

Laurianne Krid, direttore generale della Regione I di FIA, ha dichiarato: “Gli ADAS possono contribuire a strade più sicure ma dobbiamo velocizzare l’armonizzazione di questi sistemi ed educare i conducenti al corretto uso degli stessi. Il Sistema di mantenimento di corsia, il Cruise Control Adattivo e il Sistema di frenata automatica di emergenza sono dei buoni amici, ma prima di tutto gli automobilisti devono conoscerli“.

Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI, invece ha affermato: “I sistemi ADAS sono il presente e il futuro della mobilità responsabile e ACI è stato il primo a sottolinearne, fin da subito, l’efficacia e l’imprescindibile esigenza di poterne contare alla guida. Per Euro NCAP oggi sono un parametro fondamentale nella valutazione della sicurezza dei veicoli e la Fondazione Filippo Caracciolo di ACI ne ha misurato l’impatto positivo sull’incidentalità: un’auto con più di 15 anni di età presenta quasi il 50% di probabilità in più di essere coinvolta in un incidente grave rispetto a una immatricolata da due anni. Il solo sistema di frenata automatica AEB è in grado di scongiurare fino a 1 tamponamento su 2“.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento