in ,

L’appello della filiera al Governo nel #FORUMAutoMotive

Altri incentivi auto fondamentali per il settore auto in Italia

forum

L’appello della filiera al Governo nel #FORUMAutoMotive: ecobonus. Manca sempre un approccio globale alle tematiche della mobilità. Gli incentivi messi in campo dal Governo hanno dato ossigeno alla filiera nel periodo in cui sono entrati in vigore, ma oggi non bastano. Gli ordini e le trattative di acquisto sono nuovamente in forte calo. Sono questi i principali spunti emersi nel corso dell’evento organizzato da #FORUMAutoMotive. Il movimento di opinione sui temi legati alla mobilità a motore promosso dal giornalista Pierluigi Bonora, in programma in modalità digitale a causa delle restrizioni generate dalla pandemia.

L’appello della filiera al Governo nel #FORUMAutoMotive: incentivi

Per farlo si dovrà, anche grazie ai fondi del Recovery Fund e del Next Generation, mettere mano a un Piano Nazionale Strategico per la Mobilità che sostenga infrastrutture e acquisti di tutti i veicoli di ultima generazione, senza approcci demagogici e nella piena libertà di scelta da parte del consumatore.

Il settore necessita di misure strutturali e non demagogiche di sostegno al mercato dell’auto e dei veicoli commerciali che riescano a guidare nel medio periodo la transizione verso un parco veicoli più green e più sicuro.

Le illusioni di bonus brevi

Gli incentivi, ha sottolineato Adolfo De Stefani Cosentino, Presidente di Federauto, ci avevano aiutato e anche un po’ illuso. Il mese di ottobre era iniziato bene, ma le trattative sono notevolmente calate negli ultimi giorni e in modo particolare nelle regioni in cui il COVID-19 si sta facendo sentire con più forza. Faremo fatica ad arrivare a 1 milione e 400mila macchine (-26%). Eppure, per effetto degli incentivi lo Stato ha incassato in termini di IVA più di quanto ha immesso sul mercato in forma di bonus.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento