in ,

LaFerrari: eccola mentre accelera sulle strade di Monaco | Video

Il motore V12 da 6.3 litri è stato abbinato a un propulsore elettrico e al sistema HY-KERS

LaFerrari Monaco

LaFerrari è stata presentata ufficialmente nel 2013 in occasione del Salone di Ginevra e in contemporanea su un sito Web dedicato. Abbiamo di fronte uno dei primi modelli di serie della casa automobilistica modenese ad integrare il sistema HY-KERS.

Quest’ultimo consente di recuperare energia in frenata e in curva da poter sfruttare in un secondo momento per avere più potenza. Questa tecnologia è stata sviluppata da Maranello inizialmente per un utilizzo in Formula 1. LaFerrari è stata prodotta in soli 499 esemplari, tutti già venduti prima della presentazione ufficiale.

LaFerrari Monaco
LaFerrari tre quarti posteriore

LaFerrari: due esemplari della supercar ibrida avvistati a Monaco

Il nome della supercar si riferisce all’essenza di eccellenza che lo storico marchio modenese vuole esprimere con questo modello. Questo nome fu scelto dall’allora presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo in quanto rappresenta tutto quello che è la casa automobilistica italiana.

La carrozzeria della vettura è stata disegnata dal Centro Stile Ferrari sotto la direzione di Flavio Manzoni. A livello estetico, LaFerrari non riprende alcune design delle precedenti auto del cavallino rampante. Il sottoscocca dell’auto è caratterizzato da tre ali mobili anteriori che generano deportanza, con l’obiettivo di equilibrare la vettura in fase di accelerazione, frenata e curva. Queste soluzioni sono state implementate anche sulla parte posteriore.

LaFerrari Monaco

Sotto il cofano si nasconde il prestante motore F140 V12 da 6.3 litri capace di sviluppare una potenza di 800 CV a 9000 g/min e 700 nm di coppia massima a 6750 g/min. Il sistema HY-KERS aggiunge 163 CV sviluppati dal propulsore elettrico, per una potenza complessiva di 963 CV e oltre 900 nm. Telaio e carrozzeria sono stati realizzati dagli ingegneri di Maranello usando quattro diversi tipi di fibra di carbonio e kevlar.

Accanto al 12 cilindri è presente un cambio F1 a doppia frizione a 7 marce, un impianto frenante carbo-ceramico realizzato da Brembo e delle sospensioni a triangoli sovrapposti sulla parte frontale e di tipo multilink sul retro.

LaFerrari Monaco

Con queste specifiche è possibile facilmente immaginare le prestazioni proposte dalla Ferrari. Parliamo di meno di 3 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h, meno di 7 secondi da 0 a 200 km/h e 15 secondi da 0 a 300 km/h. La velocità massima invece supera i 350 km/h.

Dopo la galleria fotografica trovate un video pubblicato su YouTube da ExoticCarspotters che ci mostra due esemplari diversi de LaFerrari: uno argento e uno rosso.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento