in

Alfa Romeo: non rinnovati i contratti di 530 dipendenti dello stabilimento di Cassino

La causa è il taglio della produzione di Giulia e Stelvio

Dopo il taglio della produzione di Alfa Romeo Giulia e Stelvio, che a causa della flessione delle vendite in Cina legata ad una serie di nuove normative imposte dal governo locale registreranno un calo del 10% della produzione giornaliera, arriva oggi la conferma definitiva da parte dei sindacati. FCA non ha rinnovato il contratto di 530 dipendenti assunti ad inizio 2017, in concomitanza con l’avvio della produzione dello Stelvio, nello stabilimento di Cassino. 

Il gruppo italo-americano ha prorogato con contratto di somministrazione sino a gennaio il contratto di soli 300 dipendenti degli 830 assunti nel sito di produzione laziale ad inizio anno. A differenza di quanto richiesto dai sindacati, nessun contratto è stato trasformato in un contratto a tempo indeterminato. 

A questo punto, dopo la decisione di tagliare la produzione e la riduzione della forza lavoro, l’incertezza sul futuro di Cassino resta elevata. L’Alfa Romeo Giulia ed il SUV Stelvio non sono sufficienti a colmare le capacità produttive del sito dove, ricordiamo, viene realizzata anche la Giulietta che sta registrando in questo 2017 un forte calo delle vendite (-20% rispetto allo scorso anno). 

Per il momento, inoltre, FCA non ha chiarito quali saranno i piani per il futuro dello stabilimento che dovrebbe rappresentare il punto centrale del piano di rilancio di Alfa Romeo. Secondo alcune indiscrezioni, ricordiamo, il prossimo anno dovrebbe debuttare la nuova Alfa Romeo Giulia Coupé, una variante dell’attuale berlina destinata ad essere prodotta con volumi di vendita limitati e, di certo, non sufficienti a colmare le capacità produttive del sito. 

Per i prossimi mesi si parla anche di un crossover compatto di segmento C, che potrebbe essere realizzato proprio a Cassino, ma al momento non vi sono conferme di alcun tipo. Il gruppo FCA, infatti, da molti mesi non parla, ufficialmente, del futuro di Alfa Romeo e dei nuovi modelli che andranno ad espandere la gamma del marchio. Nei prossimi mesi, in ogni caso, qualche dettaglio sui piani futuri dovrà essere rivelato. 

Ad inizio del 2018, ricordiamo, FCA divulgherà i dettagli del nuovo piano industriale in cui verrà descritto quale sarà il futuro del marchio Alfa Romeo e dei vari stabilimenti di produzione italiani, legati a doppio filo all’avvio della produzione dei nuovi modelli del marchio. Continuate, quindi, a seguirci per tutti i dettagli.