in

Sebastian Vettel: “Michael Schumacher rimane sempre il migliore”

Sebastian ha ammesso che il raggiungimento delle vittorie di Schumi da parte di Hamilton non può mettere da parte Michael

Sebastian Vettel

Si sa che tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel c’è una chiara stima reciproca. I due hanno spesso parlato a favore l’uno dell’altro, anche se a volte i dissidi in pista li hanno contrapposti per ovvi motivi. Ora Lewis, con la vittoria al Nurburgring di domenica durante il Gran Premio dell’Eifel, ha raggiunto il primato di vittorie appartenenti finora a Michael Schumacher che in Formula 1 aveva vinto ben 91 volte. Un chiaro segnale che anticipa il sorpasso che quasi sicuramente ci sarà entro la fine di questa stagione.

Lewis Hamilton avrà quindi la possibilità di stabilire un nuovo record già a partire dal prossimo appuntamento di Portimao. Tuttavia per Sebastian Vettel i record raggiunti fin qui da Hamilton non possono essere messi sullo stesso piano di quelli ottenuti da Michael Schumacher. Il legame emotivo tra il tedesco e il sette volte campione del mondo è forte da sempre, per Sebastian, Schumacher è stato sempre e da sempre un vero e proprio idolo assoluto.

Sebastian fa fatica a guardare allo stesso modo i due campioni

Sebastian sa molto bene che Hamilton (e anche la Mercedes) sta fissando un nuovo punto di riferimento nella serie, ma sa anche bene che deve fare tanta fatica nel guardare Schumacher e Hamilton allo stesso modo. Vettel ha infatti ammesso che comunque Michael Schumacher rimane un gradino sopra rispetto a chiunque altro abbia visto correre fino ad ora. Riferendosi a Lewis Hamilton, Vettel ha infatti ammesso: “credo che non potrò mai rispettare abbastanza ciò che è stato capace di fare. Ha raggiunto un numero di vittorie che mai avrei pensato sarebbe stato raggiunto. Siamo chiaramente sicuri che lo supererà facilmente. In ogni caso posso dire che Michael sarà sempre il mio eroe e credo che avesse qualcosa in lui che fino ad ora non ho mai visto in nessun pilota”.

Vettel che si trova comunque alle spalle della blasonata coppia in termini di vittorie assolute nel Circus, avendone conquistate 53, ha ammesso che probabilmente il suo giudizio è legato ad un coinvolgimento emotivo che lo lega a Schumacher, ulteriormente amplificato dalla condizione attuale del campione che manca ormai a tutti: “penso che Michael sia stato il migliore. Penso avesse un talento naturale praticamente difficile da spiegare. Con lui ho diviso anche la squadra nella Race of Champions e la cosa mi ha permesso di apprezzarlo ancora di più” ha detto Vettel. “Aveva un’etica del lavoro impressionante, ma penso siano queste due cose a farlo spiccare”.

Vettel e Hamilton
Sebastian Vettel con Lewis Hamilton

Il giudizio di Sebastian, ormai a fine contratto con la Scuderia, prosegue quindi in riferimento all’età nella quale ha maggiormente ammirato Michael: “quando ero un bambino era il mio idolo. Con Lewis invece ho sempre corso contro quindi la situazione è diversa. Magari tra 15 o 20 anni avrò un’ammirazione maggiore per lui. Ovviamente quando sei in pista non guardi tanto agli altri ma come ho detto non lo si può apprezzare abbastanza per quello che è stato in grado di fare” ha concluso Vettel.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento