in ,

Bollo auto noleggio lungo termine: le società salvano tutto

L’obbligo di pagare spetta al driver, ma lui deve autorizzare la società se non vuole occuparsene

bollo

Come rendere complicatissimo un settore semplicissimo: bollo auto noleggio lungo termine. Era tutto lineare: la tassa di proprietà della vettura la pagava la società di noleggio. Adesso, lo paga l’utilizzatore. Una mossa del Governo molto discutibile. Infatti, è nato il caos burocratico-amministrativo. Alla fine, L’obbligo di pagare spetta al driver, ma lui deve autorizzare la società se non vuole occuparsene. La società deciderà se e come occuparsene.

Bollo auto noleggio lungo termine: chi paga di diritto

Di diritto, paga l’utilizzatore. Spetta a lui versare il bollo. Di fatto, chiede alla società di pagarlo. La società poi lo spalma sui canoni mensili. Così che cambi zero rispetto a prima.

Sarà una guerra fra Regioni. Per accaparrarsi gli utilizzatori. A incassare il bollo è la Regione dove vive l’utilizzatore. Non è più la Regione dove ha sede la società.

Tassa auto, cosa dice l’Aniasa

L’Aniasa (autonoleggio) auspica che il Tavolo di lavoro annunciato da MEF (ministero Economia)-Regioni-MIT (ministero Trasporti)-ACI possa al più presto concretizzarsi.  E risolvere le diverse criticità che ancora restano. È opportuno che i test per il trasferimento dei dati tra imprese di noleggio e ACI-PRA siano attivati quanto prima, anche in considerazione del volume particolarmente elevato di operazioni. Circa 2 milioni di riguardanti 940mila veicoli per un totale di 220 milioni di euro, da effettuarsi entro la fine di ottobre, un termine forse troppo esiguo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento