in

In Aston Martin l’attesa di Sebastian Vettel è frenetica

Il direttore sportivo del team, Andy Green, ha parlato di Sebastian e del suo approdo in Aston Martin visto come una concreta opportunità

Vettel

Se in casa Ferrari Charles Leclerc sta provando ancora a limitare in qualche modo i danni di una stagione tra le più negative di sempre, il compagno di squadra Sebastian Vettel sta attualmente cercando la vecchia forma che tra mille difficoltà non è stato ancora in grado di riscontrare. Bisogna però dire che i risultati finora messi in pratica dal tedesco Cavallino Rampante sono decisamente imputabili a una SF1000 dalle poche speranze, sebbene il confronto col monegasco appare assolutamente impietoso guardando il bilancio in Qualifica in cui il rapporto propende verso Leclerc per 8 a 2 mentre la classifica piloti gli indica solamente 17 punti.

È chiaro che col tedesco ornai giunto a fine contratto, la propensione di Maranello vira verso una scommessa rivolta a tutto spiano su Charles Leclerc, sebbene al Nurburgring potrebbero arrivare soluzioni che andrebbero a mitigare quei comportamenti che rendono la SF1000 inguidabile nelle mani di Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo non vede l’ora di ricoprire il suo nuovo ruolo di piloti di punta in casa Aston Martin. La monoposto, che attualmente corre con le insegne della rosa Racing Point, appare nettamente superiore all’attuale status Ferrari. Inoltre, sembrerebbe possedere una interpretazione di guida più semplice da configurare rispetto alla problematica SF1000 di oggi.

In Aston Martin si attendono grandi cose, a cominciare dal direttore tecnico Andy Green che non vede l’ora di cominciare a lavorare con Sebastian che chiaramente secondo lui “porterà una dinamica completamente nuova all’intero team. La decisione di Lawrence Stroll dimostra che siamo seri riguardo ai nostri obiettivi. Questa è stata una dichiarazione forte”.

Ci si aspetta un forte slancio da Sebastian

Nonostante l’attuale crisi di forma, le aspettative riposte su Sebastian Vettel sono alte: “Sebastian è un pluricampione del mondo. Può insegnarci un modo completamente nuovo di lavorare che probabilmente prima non conoscevamo. Ecco perché lo abbiamo ingaggiato. Vogliamo qualcuno che ce l’abbia già fatta, e ci possa mostrare ciò di cui abbiamo bisogno. Di cosa hai bisogno per vincere gare e campionati del mondo? Ce lo dimostrerà lui”, ha ammesso Andy Green. In cambio, la squadra vuole anche aiutare il pilota: “Non è in una buona situazione in questo momento. Ha perso un po’ quello smalto che ha sempre avuto a disposizione. Vogliamo riavere il suo meglio. Penso che siamo la squadra migliore quando si tratta di far rinascere i piloti quindi per offrire le prestazioni migliori. Possiamo davvero aiutare Sebastian”.

Vettel
Sebastian Vettel potrebbe ritrovare quegli stimoli mancanti proprio in Aston Martin

L’ambiente all’interno di una squadra con meno pressioni dovrebbe aiutare Sebastian Vettel a ritrovare la vecchia concentrazione. Secondo Andy Green, il modo in cui lavorano è fondamentalmente diverso da quello di una grande squadra come chiaramente è la Ferrari: “Il nostro team si concentra sempre sul pilota. Dedichiamo molto tempo a capirlo e lavorare con lui. In questo modo instauriamo un rapporto molto stretto con i nostri piloti. Tutto questo li aiuta a farli sentire a proprio agio, quindi al sicuro. Non devono preoccuparsi di quello che accade alle loro spalle. Teniamo lontano da loro tutta la politica che orbita attorno alla Formula 1. Ciò consente loro di concentrarsi esclusivamente sulla guida nel modo più veloce possibile. Penso che possiamo riportare al suo posto Sebastian”, ha quindi concluso Green.

Wolff punta alle azioni di Vettel

È noto ormai a tutti che tra gli azionisti di Aston Martin, oltre a Lawrence Stroll, troviamo anche uno come Toto Wolff ovvero l’attuale team principal della Mercedes. Wolff ha infatti investito circa 37 milioni di sterline nella medesima Aston Martin che a partire dal 2021 farà il suo ingresso ufficiale in Formula 1 sfruttando il know how di casa Racing Point.

Ma l’arrivo di Sebastian Vettel rappresenta una caratterizzazione decisamente importante per il team che possiede grosse ambizioni e che punta dritto all’esperienza. Un approdo che chiaramente non è passato inosservato dal punto di vista di Toto Wolff che ha persino invitato Sebastian a seguire le sue orme proponendogli di investire nella stessa Aston Martin: “è chiaro che Sebastian è un pilota e quindi è chiamato a far bene in pista, ma tutto questo non esclude che possa comprare quote di Aston Martin. L’attuale valore basso potrebbe fornire ottime opportunità dal punto di vista finanziario. Io con le mie quote ho fatto un investimento da appassionato, credo che per Vettel possa essere fantastico e credo sia speciale guidare un’Aston Martin che in Germania ha il suo secondo mercato in termini di vendite” ha ammesso Toto Wolff ad Auto Bild.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento