in

PSA – FCA: Peugeot e Agnelli non potranno vendere le loro azioni Faurecia per 6 mesi

Gli azionisti di Exor (famiglia Agnelli), EFP / FFP (famiglia Peugeot ), Bpifrance e DFG hanno accettato una clausola di non trasferibilità per le loro azioni Faurecia

fca psa stellantis

Buone notizie per gli azionisti di Faurecia. Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e Peugeot ( PSA ) hanno annunciato giovedì sera che, su richiesta delle due società e nel contesto della loro recente comunicazione di una modifica al loro accordo di fusione, gli azionisti di Exor (famiglia Agnelli), EFP / FFP (famiglia Peugeot ), Bpifrance e DFG hanno accettato una clausola di non trasferibilità per le loro azioni Faurecia, per un periodo di 6 mesi dal completamento del progetto di distribuzione della partecipazione del 46% del Gruppo PSA in Faurecia, a tutti gli azionisti di Stellantis. Le massicce vendite di azioni Faurecia avrebbero avuto un chiaro impatto negativo sul mercato azionario del fornitore automobilistico.

Per mantenere la loro unione un matrimonio tra uguali, PSA e FCA hanno recentemente modificato un po’ i termini del loro contratto di matrimonio per tenere conto dell’impatto della pandemia sui rispettivi conti. FCA ha in particolare accettato di abbassare il dividendo eccezionale che intende distribuire ai propri azionisti prima della firma definitiva della fusione a 2,9 miliardi di euro contro i 5,5 miliardi precedenti. PSA prevede da parte sua di distribuire la propria partecipazione del 46% nel capitale del produttore francese di apparecchiature Faurecia a tutti gli azionisti della nuova società denominata Stellantis e non ai soli azionisti, come previsto nell’accordo iniziale.

Queste modifiche “preservano l’equilibrio originale dell’accordo di fusione”, hanno detto le due società lunedì sera in una dichiarazione congiunta. La loro unione, annunciata alla fine del 2019, dovrebbe dare vita al quarto gruppo automobilistico al mondo in termini di volume e terzo in termini di fatturato, ospitando sotto lo stesso tetto marchi iconici come Peugeot, Citroën, Opel, Jeep, Alfa Romeo e Maserati.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler sale dell’11% a Milano dopo aver modificato il patto di fusione con PSA

Hai le notifiche bloccate!!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento