in

Sebastian Vettel: “la griglia invertita va contro l’essenza della Formula 1”

Il format proposto da Ross Brawn non piace a Sebastian Vettel e a molti altri piloti del Circus, tuttavia l’idea rimane nel cassetto

Vettel

Tra i maggiori promotori dell’idea di proporre la griglia invertita all’interno dei weekend di Formula 1 c’è sicuramente Ross Brawn che già all’indomani del Gran Premio di Italia in programma a Monza aveva indicato proprio questa via per aumentare lo spettacolo in pista. Una condizione che ad essere sinceri non è piaciuta a molti, soprattutto a tanti piloti, compreso Sebastian Vettel.

Il tedesco ha infatti criticato questa possibilità offerta proprio da Ross Brawn che tiene molto a questa proposta tanto da rispolverarla ad ogni occasione utile. Visto quanto successo proprio a Monza e al Mugello, con le ripartenze dalla griglia di partenza subito dopo il rientro della Safety Car, l’idea ha cominciato a prendere piede nuovamente. Ma Sebastian è fermo nell’ammettere che in questo modo si andrebbe a tradire l’identità di questo sport.

Sarebbe una lotteria

Sebastian non è il solo a pensarla in un certo modo sull’argomento, anche se è stato uno dei pochi ad aver centrato i dubbi che si abbinano ad una eventuale scelta di questo tipo. Il tedesco vede infatti la situazione come una possibile lotteria in riferimento ad un regolamento che impone di qualificarsi disputando una gara partendo da posizioni che sono l’inverso rispetto a quelle della classifica mondiale.

Lo stesso Brawn ha infatti aggiunto che già a Monza si voleva mettere in atto questo nuovo format, ma come ha ammesso lui stesso “non siamo riusciti ad andare avanti”. In ogni caso pare che la FIA e Liberty Media stia discutendo della questione con i team nell’ottica di proporre qualcosa di simile già nel 2021. Il prossimo anno infatti con i regolamenti contingentati e le monoposto che rimarranno praticamente molto simile a quelle attuali potrebbero rappresentare le fondamenta ideali per un’introduzione di questo tipo.

Vettel

Ma Vettel ha comunque fornito un punto di vista molto dettagliato per dire no ad un possibile format come quello proposto da Ross Brawn: “per me è completamente sbagliato. Chi spinge verso questa direzione è cosciente del fatto che negli anni non è riuscito a trovare regolamenti utili a compattare i valori tecnici rendendo più interessante lo spettacolo in pista. Ad esempio nel 2019 era stata introdotta una nuova specifica per l’ala anteriore in modo da favorire i sorpassi: bene, quella modifica non ha cambiato proprio niente ma è solo servita per costare ai team un sacco di soldi”.

Lo scorso anno la Formula 1 aveva annunciato cambiamenti radicali all’aerodinamica delle monoposto per il 2021 al fine di migliorare lo spettacolo in pista. Questi però sono stati posticipati di un anno come misura di risparmio sui costi a seguito della pandemia da COVID-19.

“Ovviamente si spera nelle modifiche al regolamento previste per il 2022 “, ha detto Vettel. “Penso che dobbiamo risolvere questo problema e affrontare i punti principali piuttosto che provare a giocare alla lotteria”. Vettel ha affermato che l’utilizzo di una griglia inversa per produrre risultati inaspettati “va solo contro lo sport e quindi contro la competizione. Come pilota, per quanto non mi piaccia che altre persone vincano, devo accettare se sono altri a vincere o a fare un lavoro migliore”, ha detto. “Quindi penso che sarebbe sbagliato in nome dello sport cercare di mescolare le cose in questo modo”.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento