in

Charles Leclerc: “una delle gare più dure a livello mentale”

C’è delusione nelle parole di Leclerc rilasciate al termine del Gran Premio del Mugello, il monegasco ha concluso ottavo

Leclerc

C’è più di un filo di delusione nelle parole di Charles Leclerc fornite al termine del Gran Premio della Toscana Ferrari 1000. C’è davvero poco da festeggiare una Ferrari praticamente sempre più irriconoscibile. Il monegasco ha infatti concluso in ottava posizione grazie ad una penalità inflitta a Kimi Raikkonen che con l’Alfa Romeo Racing si trovava ancora una volta davanti ad entrambe le Ferrari.

La delusione arriva in un fine settimana che avrebbe dovuto essere quello dei festeggiamenti perché questa Ferrari da 1000 Gran Premi in Formula 1 è ora indietro e se tutte le macchine fossero giunte al termine avrebbe potuto trovarsi ancora più giù.

Così è davvero difficile

Charles aveva cominciato decisamente bene il suo Gran Premio visto che sin da subito si era ritrovato in terza posizione alle spalle delle due Mercedes, ma ben presto ha dovuto lasciare spazio alla realtà delle cose cedendo il passo a chi gli stava dietro. Si è ben presto arreso a Stroll, Ricciardo, Albon, Perez, Norris e anche a Kvyat quest’ultimo giunto al traguardo davanti alle due Ferrari.

La stagione 2020 è un calvario per la Ferrari e ciò che era preventivabile si ripete anche davanti ai pochi tifosi presenti al Mugello per via delle restrizioni anti Covid-19. Charles ha trovato cambiata la sua SF1000 rispetto alle qualifiche quando aveva tirato fuori un buon risultato sul giro secco.

Leclerc
Charles Leclerc

“È stata una delle gare più dure a livello mentale. Ho fatto una buona partenza dando il massimo ma dopo quando ti manca il passo fai fatica; non andava il bilanciamento e nemmeno la macchina. È strano perché in qualifica le cose andavano meglio e non ero adnato così male. Con le Hard ho anche sofferto parecchio, praticamente come a Monza. C’è molto da lavorare ed è difficile ma rimango comunque motivato e non vedo l’ora di ritornare in macchina in Russia. Tuttavia bisognerà capire cosa c’è che non va e provare a fare qualcosa perché così è davvero difficile” ha ammesso Charles Leclerc al termine del Gran Premio risultando parecchio sconsolato.

Possibili sviluppi

Ma Charles ha aperto anche alla possibilità che a Maranello si sta pensando comunque a qualche sviluppo da destinare alla SF1000 per risollevare un po’ le sorti, anche perché il divario in classifica (sia piloti che costruttori) appare via via più ampio. In ogni caso pare non siano perfettamente comprensibili i problemi di questa monoposto così problematica: “si, sicuramente gli aggiornamenti arriveranno. Il team sta lavorando tantissimo e vuole portare degli upgrade alla monoposto. Bisogna però capire cosa non va per andare nella giusta direzione, ma arriveranno” ha rassicurato Leclerc.

Per Leclerc, infine, l’unica nota positiva del fine settimana del Mugello va ricercato nella prestazione del sabato per quello che si può gioire in una situazione così complicata: “l’unica cosa che mi rende felice in questo fine settimana è il giro della qualifica di ieri. Il bilanciamento era molto buono ma sappiamo che i punti si fanno la domenica. In gara invece non c’è stato niente di positivo. Il team dovrà rimanere positivo perché non bisogna mollare mai. Continuiamo a lavorare ma sicuramente è tutto molto complicato”.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento