in

FCA: anche Hyundai interessata all’acquisto del gruppo

Il gruppo coreano potrebbe acquisire FCA dopo lo scorporo di Maserati ed Alfa Romeo e della divisione componenti

fca

Dopo i tanti rumors estivi legati all’interesse di aziende cinesi, in particolare di Great Wall Motors, verso la possibile acquisizione di FCA o di parte del gruppo italo-americano (il brand Jeep), l’elenco di società interessate ad acquistare Fiat Chrysler Automobiles aumenta con una nuova illustre candidata. 

Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, anche il gruppo coreano Hyundai, un colosso industriale presente nel settore automotive con Hyundai Motor Company che controlla anche Kia Motors, sarebbe interessata a presentare un’offerta per acquistare FCA. I rumors di queste ore sono stati accolti in modo positivo dal mercato ed il titolo di FCA ha toccato il suo massimo storico superando i 15 Euro di valore.  

Come sempre in queste situazioni, al momento ipotesi e rumors sono molteplici. FCA starebbe lavorando allo scorporo della divisione componenti ed in particolare di Magneti Marellli e per il futuro continua a valutare lo spin-off di Maserati ed Alfa Romeo, la divisione premium italiana che nei prossimi anni potrebbe incrementare, esponenzialmente, il suo valore. Marchionne ha confermato i progetti di spin-off sottolineando come Maserati ed Alfa non sarebbero ancora pronte. 

Marchioone Addio nel 2019 da FCA

Nel frattempo però l’interesse di Hyundai sarebbe concreto. Una possibile acquisizione di FCA da parte del gruppo coreano renderebbe quest’ultimo il primo costruttore mondiale di auto superando l’alleanza Nissan-Renault, leader del mercato dopo l’acquisizione di Mitsubishi, il gruppo Volkswagen ed il gruppo Toyota.

Attualmente, il gruppo Hyundai può contare su volumi di vendita limitati nei segmenti di mercato in maggiore crescita su scala internazionale come il segmento di SUV e crossover dove, invece, FCA si sta rafforzando grazie al successo su scala globale del marchio Jeep che, come già ripetuto in passato, rappresenta il brand di riferimento di FCA con una gamma che va dal crossover compatto Renegade all’ammiraglia Grand Cherokee e che è destinata ad espandersi con tanti nuovi progetti (un baby SUV, l’inedita Grand Wagoneer e il pick-up su base Wrangler). 

Secondo quanto riportato dal Korea Herald, che ha interrogato analisti del settore, l’acquisizione del gruppo FCA da parte di Hyundai costerebbe all’azienda coreana quasi 10 miliardi di dollari considerando l’intero gruppo italo-americano per come è strutturato oggi. Una possibile acquisizione di FCA al seguito dello scorporo di Maserati e Alfa Romeo e di Magneti Marelli, invece, costerebbe circa 5 miliardi di dollari. 

Diversi insider del mondo automotive hanno sollevato dubbi sui reali vantaggi di Hyundai nell’acquisizione di FCA. Se da una parte i bonus legati al potenziamento della gamma SUV e crossover sono evidenti, è importante considerare che Fiat, uno dei brand principali di FCA per volumi di vendita, presenta una gamma di “small cars” andando ad occupare prevalentemente i segmenti A, B e C del mercato ed entrando, quindi, in contrasto con Hyundai e Kia. Hyundai dovrebbe, quindi, andare a programmare una massiccia ristrutturazione della sua offerta nel settore automotive.

Fonte