in

Fiat Chrysler: a Windsor votazione virtuale dei lavoratori per decidere lo sciopero

I lavoratori della Windsor Assembly Plant di Fiat Chrysler voteranno online per uno sciopero

FCA stabilimento Windsor

I lavoratori della Windsor Assembly Plant di Fiat Chrysler voteranno per uno sciopero, ma la sala sindacale sarà vuota. Più di 6.400 membri voteranno per concedere o meno a Unifor Local 444 il diritto legale di sciopero virtualmente domenica dalle 12:00 alle 23:59. Il presidente locale Dave Cassidy dice che sarà la prima volta per il sindacato. “Questa volta sarà diverso. Di solito ci incontriamo con i nostri membri, parliamo con i nostri membri e abbiamo molti incontri faccia a faccia, ma a causa di COVID-19 non possiamo farlo”, dice Cassidy.

Cassidy si aspetta che un voto di ratifica dovrà ancora tenersi online. “Immediatamente avremo i risultati di esso. Anche quando riusciremo a concludere un accordo e lo metteremo in atto, dovremo ratificarlo allo stesso modo, elettronicamente ,” ha aggiunto. Con molti volti nuovi nello stabilimento, Cassidy si è assicurato che tutti capissero che un mandato di sciopero non significa che ci sarà realmente uno sciopero.

“Lo abbiamo spiegato abbastanza bene, abbiamo inserito le comunicazioni nelle strutture. Io e il presidente dello stabilimento abbiamo parlato ieri perché c’è un po’ di agitazione all’interno dello stabilimento con tutti i cambiamenti che stanno avvenendo”, dice Cassidy. “Abbiamo circa 500 lavoratori in cassa integrazione”.

Cassidy afferma che l’attuale contratto collettivo scade poco prima della mezzanotte del 21 settembre. Dice che mettere in produzione un altro veicolo nello stabilimento sarà il loro obiettivo principale. I colloqui con Fiat Chrysler Automobiles (FCA) Canada inizieranno lunedì a Toronto.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler termina il terzo turno nello stabilimento di Windsor

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento