in

Fiat cerca di sbloccare l’importazione di 4.000 veicoli in Argentina

4.000 unità di Fiat sono nel porto di Zarate in attesa che il Ministero dia l’approvazione per il loro sbarco

Fiat
Fiat

Le principali case automobilistiche in Argentina stanno cercando di chiudere al più presto un accordo con il Governo che permetta loro di far entrare nel Paese decine di migliaia di veicoli importati che sono in ritardo nel Terminal di Zárate, in attesa che il Ministero dell’Industria approvi le procedure. “Nel nostro caso abbiamo 4.000 unità nel porto in attesa di rilascio, che equivale a poco più di un mese delle nostre vendite attuali”, ha dichiarato Martín Zuppi, CEO di Fiat Chrysler Argentina. “Tutte queste unità hanno già un cliente, quindi è importante per noi averle il prima possibile “, ha aggiunto il dirigente.

I colloqui tra governo e case automobilistiche si sviluppano da tre mesi, quando il ministero dell’Industria ha frenato il numero delle importazioni di auto. Era la metà di maggio: il dollaro era appena salito ai livelli attuali compresi tra 120 e 130 pesos e una domanda di veicoli di fascia alta ha iniziato a registrarsi presso le concessionarie a sorpresa. In pochi giorni si è passati dalla totale inattività che la pandemia aveva generato ad una domanda febbrile, spinta dal “cambio estivo” che consente l’acquisto di veicoli a prezzi ufficiali, ad un prezzo molto più conveniente a causa del calo del dollaro.

A questa situazione, il Governo argentino ha posto rimedio con i SIMI presentati dalle case automobilistiche, senza la cui preventiva approvazione non è possibile “nazionalizzare” i veicoli importati. L‘ufficio doganale di Zárate ha cominciato a riempirsi di unità calate dalle navi, ma che ancora non possono essere caricate sui camion per il loro approdo in concessionaria. Con questo strumento di pressione, il Ministero della produzione ha cercato di spingere le case automobilistiche a puntare sulle auto prodotte in Argentina.

La prima risposta, più pratica, è stata quella di stimolare le vendite interne di modelli prodotti localmente. Fiat, infatti, ha appena lanciato una promozione aggressiva per inserire tra i modelli più venduti la Cronos, la sua vettura di produzione nazionale. Vedremo dunque come si evolverà questa complicata situazione per la casa italiana.

Ti potrebbe interessare: Nuova Fiat Strada: ufficiale il debutto in Argentina a metà agosto

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento