in

Alfa Romeo Giulia debutta ufficialmente in Giappone

Entro il 2018 ci saranno 60 showroom esclusivi di Alfa Romeo per coprire l’intero mercato nipponico

Alfa Romeo Giulia

Con l’avvio delle vendite, in quattro differenti varianti, dell’Alfa Romeo Giulia in Giappone prende il via il processo di espansione del marchio italiano nel mercato dell’estremo oriente che prevede una serie di passaggi decisamente importanti per i prossimi mesi. Le prime unità della Giulia arriveranno sul mercato a partire dal prossimo mese di ottobre. 

Entro la fine del prossimo anno, inoltre, Alfa Romeo avrà a disposizione una rete di vendita composta da 60 showroom esclusivi per il brand (attualmente i dealer sono 44) che rappresenteranno la base su cui costruire, insieme ai nuovi modelli come Giulia e Stelvio, la crescita in un mercato importante come il Giappone. 

Il presidente e amministratore delegato di FCA Japan Pontus Häggström, a tal proposito, ha dichiarato: “Tra quest’anno e il 2018 l’azienda punterà ad aprire circa 60 showroom esclusivi con il marchio Alfa Romeo su tutto il territorio giapponese. Vogliamo creare un legame particolare con il brand Alfa in Giappone”

Per quanto riguarda i prezzi di vendita, la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio arriverà in Giappone con un prezzo di partenza di circa 11 milioni di Yen, poco più di 85 mila Euro, mentre le altre tre varianti della berlina, tra cui compare anche la Giulia Veloce, presenteranno prezzi compresi tra 4,4 e 6 milioni di yen.

Il Giappone è un mercato decisamente particolare per l’industria automotive visto e considerato che i clienti nipponici prediligono le auto giapponesi rispetto alle vetture di importazione che, in ogni caso, attirano le attenzioni degli appassionati, attratti dalla sportività, dai contenuti tecnici e dal design differente. Alfa Romeo punta a conquistare questo segmento di mercato high-end in cui Mercedes vende circa 65 mila unità all’anno e BMW circa 50 mila unità all’anno. 

In occasione dell’evento di presentazione della Giulia in Giappone è intervenuto anche Alessandro Maccolini, exterior chief designer di Alfa Romeo che ha dichiarato “I giapponesi sono amanti di Alfa Romeo e conoscono la sua provenienza. Giulia è il primo prodotto globalizzato con contenuti riconosciuti e riconoscibili da un pubblico differente”

Per quanto riguarda la guida autonoma, un argomento molto in voga in Giappone, Maccolini ha sottolineato “Noi con Giulia vogliamo continuare a pensare che chi guida la macchina si diverta, con la sicurezza di chi ci sta dentro ma anche per chi è fuori. Per noi questo è importantissimo, ed è anche una questione di responsabilità proprio di progetto”.  

Fonte1

Fonte2

jeep renegade

Jeep è interessata ad altri SUV sportivi, Renegade Trackhawk tra le ipotesi più concrete

Alfa Romeo 147

Alfa Romeo 147: un esemplare con chilometraggio record