in

Ci sarà un telaio nuovo per Vettel a Barcellona, con una Ferrari in cerca di conferme

La Ferrari va a Barcellona in cerca di conferme portando anche un nuovo telaio disponibile per Sebastian Vettel

Vettel e Leclerc

L’idea di fornire un nuovo telaio della SF1000 a Sebastian Vettel era già nell’aria ormai da qualche giorno. Il tedesco ha infatti sofferto l’adattamento alla monoposto durante i due Gran Premi che si sono disputati a Silverstone domenica scorsa e quella precedente. Ora che si va a Barcellona presso il Circuit de Catalunya, la Ferrari approda in Spagna con la volontà di proseguire lungo la scia di un piccolo miglioramento comunque visto in entrambi gli appuntamenti inglesi almeno con Charles Leclerc alla guida. Bisognerà quindi capire se il nuovo andamento apre a nuove possibilità o se la dipendenza da fattori esterni rivesta ancora un certo peso.

È stato quindi confermato che Sebastian potrà disporre di un nuovo telaio, sulla base delle indicazioni comunque già fornite da Mattia Binotto che auspicava proprio all’introduzione di un nuovo chassis se questo avesse aiutato in termini di feeling tra la macchina e l’uomo Vettel. La conferma è arrivata dal responsabile del settore Ingegneria Telaio, Simone Resta, che ha anche espresso quelle che sono state le motivazioni aggiungendo anche che a Barcellona non si vedranno aggiornamenti sulla monoposto.

Problemi emersi sul telaio di Sebastian

La prima certezza è quindi quella che a Barcellona non si vedrà nulla di nuovo sulla monoposto di Vettel e Leclerc, d’altronde lo stesso Binotto aveva già ammesso che la SF1000 sarà interessata da un set up ad alto carico per meglio adattarsi ai curvoni veloci proposti al Montmelò. La volontà è sicuramente quella di riuscire a rinsaldare la posizione da terza forza in campionato che almeno all’inizio della stagione appariva in forte dubbio.

Vettel

Diverso appare invece il discorso in relazione alla monoposto di Vettel sulla quale sono state riscontrate alcune anomalie. “Sulla SF1000 non ci saranno aggiornamenti, piuttosto l’unica novità sarà rappresentata dai telai a disposizione dei nostri piloti – ha ammesso Simone Resta – sostituiremo infatti lo chassis di Sebastian visto che dopo l’analisi condotta dopo il secondo appuntamento di Silverstone è stata riscontrata una anomalia causata da un violento passaggio su un cordolo. Chiaramente non si trattava di un fatto particolarmente rilevante dal punto di vista della prestazione, ma non c’erano motivi per non procedere con la sostituzione del telaio”. Il ragionamento di Simone Resta spiega appunto i motivi che hanno condotto a valutare e approvare la sostituzione del telaio.

Il valore della prestazione

Di certo con il nuovo chassis a disposizione si potrà comprendere meglio il valore della prestazione che Vettel sarà in grado di mettere in pratica dopo le problematiche emerse durante il doppio weekend di Silverstone. Il tedesco ha infatti ammesso che a Barcellona contano molto i dettagli e bisogna quindi curare ogni minimo particolare “le squadre e i piloti conoscono fin troppo bene questo tracciato e per questo le regolazioni che tutti faranno già dal venerdì saranno minime. Di certo ci sono grosse differenze con Silverstone e proverò a capire le sensazioni che avrò qui in riferimento alla monoposto. Le temperature che ci aspettiamo sono particolarmente alte e quindi bisognerà compensare con un assetto ottimale a garantire una non eccessiva usura delle Pirelli” ha ammesso Vettel.

Il fattore legato alle alte temperature facilmente riscontrabili a Barcellona in questo periodo rappresenta una variabile molto importante anche per quanto riguarda il pensiero di Simone Resta. Il tecnico di Maranello ha ammesso che per la Scuderia il weekend di Barcellona non sarà di certo semplice ma “nelle gare che abbiamo disputato fino a qui abbiamo lavorato molto per estrarre fuori la prestazione e il potenziale della nostra monoposto. Le condizioni meteorologiche saranno però differenti con temperatura dell’asfalto tendenzialmente superiore ai 40°C. In questa situazione sarà fondamentale contenere l’usura degli pneumatici come abbiamo fatto a Silverstone”.

Leclerc e la gestione degli pneumatici

Anche per Charles Leclerc sarà di primaria importanza la corretta gestione delle gomme sempre in relazione alle alte temperature previste. Il monegasco proviene da un weekend di gara decisamente interessante in cui ha dimostrato ottimi miglioramenti per quello che riguarda una concreta gestione degli pneumatici. A Silverstone è giunto quarto puntando su una sola sosta decisa in anticipo e che alla fine ha pagato davvero.

Leclerc

“Barcellona è un grande classico della Formula 1. Veniamo qui ogni anno per i test e possiamo ammettere che il tracciato non ha segreti. Durante questa stagione veniamo però in Spagna in piena estate e questo sarà molto importante per comprendere il reale comportamento della SF1000 in queste condizioni” ha ammesso Charles Leclerc. “Come già accaduto a Silverstone, penso che sarà fondamentale gestire al meglio le Pirelli e proprio su questo aspetto ho concentrato molto del mio lavoro in Gran Bretagna e la strategia ha pagato. Sarà importante evitare errori in qualifica per poi dare il massimo domenica”.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento